Nonostante la vittoria sono tanti rimpianti per questa SIECO, capace di dominare i primi due set per poi cedere al ritorno degli avversari. Peccato perché dopo la débâcle del terzo set, la squadra guidata da Nunzio Lanci sembrava aver ritrovato la strada giusta nel quarto e invece niente da fare i fari si sono spenti e la Conad, ripresasi da un secondo parziale decisamente sotto tono ha svolto con diligenza il proprio compito e, senza neanche strafare troppo, riesce nella rimonta. Bencz gioca bene, i suoi colpi si fanno sempre più potenti ma con la partita che va per le lunghe comincia ad accusare un po’ di fatica dovuta al suo lungo stop. Problemi per Ogurčák uscito alla fine del quarto set per un problema alla schiena. Sembrerebbe nulla di grave per lui ma bisognerà attendere i risultati degli accertamenti della prossima settimana per avere informazioni in più. Finisce dunque 3-2 questo anticipo della terza giornata di Pool B con la SIECO che sale a 14 punti e stacca di 4 proprio Reggio Emilia. Altra gara importantissima quella di domenica prossima contro il Potenza Picena, che potrebbe tracciare in maniera molto più marcata la linea di confine tra la “zona rossa” e quella di relativa tranquillità nella quale, ad oggi, orbita la Sieco Service Impavida Ortona.

 

PRIMO SET: Nunzio Lanci riesce finalmente a dare continuità al suo sestetto affidandosi al palleggiatore Andrea Lanci e a Milan Bencz opposto. La coppia dei centrali è composta da Simoni e Menicali mentre gli schiacciatori sono Ogurčák e Ottaviani. Libero Giancarlo Pesare. Reggio Emilia schiera Inglesias al palleggio e Koraimann opposto, Bortolozzo e Sesto centrali, Ippolito e Bellini schiacciatore, libero Morgese. Prima palla agli ospiti che servono con Koraimann che trova subito l’ace 1-0. Subito il break di Reggio Emilia che sfrutta l’impossibilità dei locali a ricostruire 2-0. L’errore di Ippolito regala il pareggio all’Ortona 3-3. Anche Bortolozzo fa ace 3-5. Un ace anche per gli adriatici, ci pensa Ottaviani 6-5 che ci prende gusto ne ne fa due di seguito 7-5. Time Out per Mister Held. Il muro di Menicali porta la SIECO a tentare la fuga 10-6. Ogurčák intercetta a muro una palla di ritorno, segna il 12-7 e costringe Held a chiamare il suo secondo time out. Due Aces di fila per l’ex Sesto e Reggio Emilia si avvicina 13-10. Ace anche per Cester 14-12. Ancora un muro per Menicali 16-12. Ancora un muro, ma questa volta di Ottaviani porta fieno in cascina 18-12. Spettacolare Andrea Lanci nel punto del 19-14, prima recupera una palla dall’altra parte della rete e subito dopo riesce a tenerne un’altra in gioco con una bella scivolata a mano aperta. Out di pochissimo il servizio di Ippolito 22-17. Il muro di Bencz porta la SIECO ad avere la tranquillità di sei punti set. 24-17. Lo stesso opposto slovacco chiude la pratica: 25-18

SECONDO SET che parte con formazioni e trend invariati. La SIECO cerca subito la fuga mettendo a segno un parziale di 4-0. Dopo un periodo di smarrimento la Conad Reggio Emilia ritrova gioco e punti, annullato il vantaggio che ora è solo di un punto 6-5. La SIECO non ci sta e recupera subito i quattro punti di vantaggio 9-5. Ace per i reggiani con il numero 10 Bellini 10-8. Ancora un pesante parziale messo a segno dalla SIECO Ortona costringe Mr. Held a chiamare il suo primo time out: 14-9. Il muro di Menicali fa aumentare ancora il divario tra le due compagini 17-9. Continua ad infierire la SIECO in questo parziale su una Conad disorientata. La prima di molte palle SET è nelle mani di Milan Bencz: 24-12. Bellini poi la spedisce fuori, il punteggio è 25-12.

TERZO SET senza variazioni nelle variazioni ma la CONAD rientra in campo più concentrata ed agguerrita: 4-4. Torna in vantaggio la formazione reggina che mette a segno un break di due punti 4-6. Reggio Emilia non rallenta, anzi, aumenta il suo vantaggio costringendo Nunzio Lanci a chiamare tempo sul 5-8. Il muro di Nicola Sesto fa segnare le tre lunghezze di vantaggio 7-10. Gioca meglio la squadra emiliana, adesso è la SIECO ad essere in evidente difficoltà 9-14 il punteggio. Cominciano ad essere troppe gli errori al servizio. Sbaglia anche Bencz 10-15. Aumenta la forbice nel punteggio, ora sembra di assistere al precedente parziale ma a parti invertite 12-18. Bencz pizzica la linea di fondo: 15-21. Ace di Menicali 17-21 e primo time out in questo parziale anche per gli ospiti. Il video check diche che non c’è tocco ed il punto è ancora bianco-azzurro 18-21. Attacco senza muro per Koraimann che segna il punto del 19-22. Ottaviani fa invasione, confermata anche da video check 19-23 e Time Out per Lanci. Palla spinta fischiata a Bencz che si era improvvisato palleggiatore: 20-24 e CONAD vicinissima alla conquista del set. Ottaviani la spedisce fuori direttamente dagli undici metri: 21-25 e tutto ancora aperto.

QUARTO SET con sestetti invariati. Primo punto per la SIECO annullato subito dal muro fuori di Ogurčák 1-1. Ottaviani stampa un muro nei tre metri 3-1. Fischiata una doppia al libero ospite, così che Mister Held ne approfitta per riorganizzare le idee con un time-out 5-1. Buona la solita intesa al centro tra Andrea Lanci e Simoni 7-3. Con un parziale di due punti a zero Reggio Emilia si rifà sotto 7-5. Ottaviani cerca e trova buon gioco con le mani del muro avverso e trova il 12-8 con una palla che rimbalza fuori. Out il servizio di Bellini 14-9. Il VideoCheck chiamato dalla squadra regina è corretto, Ippolito ha servito un ACE che permette ai suoi di tornare ben visibili nei retrovisori della SIECO 16-14. L’errore di Bencz che forza troppo segna il pareggio della CONAD 16-16. Sorpasso ospite 17-18. Arriva l’ace di Ogurčák in un momento delicato dell’incontro 19-18. Murato Bencz e reggiani ancora avanti 19-20. Sul 20-21 Ogurčák esce per un contraccolpo alla schiena al suo posto entra in campo Simmaco Tartaglione. La SIECO è scoperta, facile per la CONAD segnare il punto del 21-23, poi Bencz non la tiene in campo e ospiti ad un passo dal tie-break. 21-24. Ancora un muro subito da Bencz e la rimonta è compiuta, si va al tie-break: 22-25

QUINTO SET con Tartaglione in campo, Ogurčák non recupera. Subito gli impavidi in vantaggio 3-0 con il muro che torna a fare il suo lavoro. Conad che inganna il muro di Simoni grazie ad un pallonetto che vale il 6-4. L’attacco di Inglesias colpisce l’asticella e si cambia campo sul punteggio do 8-4. Troppo potente l’attacco di Ottaviani, il muro ospite non può contenerlo 9-5. Doppia fischiata a Pesare, si avvicinano quelli della Conad, 11-9 e Nunzio Lanci chiama tempo. Held butta fuori il servizio in un momento delicatissimo 12-9 per i padroni di casa. La palla del match è nelle mani di Tartaglione al servizio, ma nulla di fatto, gli ospiti segnano il 14-11. L’incredulo Koraimann fa doppia ed il set si chiude 15-11chiudendo una partita che l’Impavida avrebbe potuto far sua molto prima.

Nunzio Lanci: «Bene i primi due set, poi siamo scesi, in particolare nel terzo quando invece avremmo dovuto chiudere i conti, abbiamo mollato. Non siamo stati mai in grado di metterli in difficoltà permettendo loro di tornare in gioco. L’importante era vincere, e per come si stava mettendo la gara, siamo stati anche bravi a non lasciarci andare del tutto, a non abbatterci e a reagire.»

Giuseppe Ottaviani «Sono due punti guadagnati contro una buona squadra capace di liquidare Cantù in 3 set a zero nel turno precedente. Bravi loro senza dubbio per questa rimonta ma c’è da sottolineare un nostro evidente calo fisico. Sono abbastanza contento della mia prestazione e dell’apporto che ho dato ai miei compagni. Sono partito un po’ contratto ma con il tempo mi sono sciolto»

Sieco Impavida Ortona: Simoni 4, Pesare (L), Zanettin n.e, Bencz 27, Tartaglione 1, Ottaviani 20, Sitti, Provvisiero (L) n.e., A. Lanci 1, Zanini n.e, Ogurčák 9, Menicali 9. Allenatore: N. Lanci

Conad Reggio Emilia: Raffaele (L) n.e., Held 1, Inglesias 1, Sesto 13, Arienti n.e., Bortolozzo 9, Bellini 16, Bonante, Ferrari n.e., Ippolito 10, Cester 3, Morgese (L), Koraimann 15, Allenatore: Held Hank Jan

NOTE:

Sieco Service Impavida Ortona – Conad Reggio Emilia (25-18 / 25-12 / 21-25 / 22-25 / 15-11)

Durata Set: I (27’), II (24’), III (26’), IV (’32), V (’17)

Durata incontro: 2.06

Muri Punto: Ortona 13; Reggio Emilia 8

Aces: Ortona 5; Reggio Emilia 8

Errori Al Servizio: Ortona 15; Reggio Emilia 14

Arbitri: Di Blasi (Roma) e Merli (Tr)

Foto: Michela Musciani