Prima vittoria per la SIECO. Si torna da Taviano con tre punti

371
0
Condividi:

Era una gara da vincere a tutti i costi per la Sieco Ortona e così è stato, alla fine. La pressione sui giocatori ortonesi era tanta, così come le aspettative dei tifosi. Quella di oggi contro la PAG Taviano, nonostante si fosse solo alla terza di campionato, suonava già come una gara decisiva. Prima di dare il via alle ostilità si è osservato un minuto di silenzio per ricordare Sara Anzanello, storica centrale della Nazionale Italiana di Pallavolo femminile, deceduta per un linfoma contro il quale stava combattendo da qualche mese.

E dopo aver reso omaggio ad una ragazza straordinaria, si può dare il via all’incontro. Una gara in crescendo, quella della Sieco che, da inizio gara fino alla prima parte del secondo parziale, avrà fatto venire i capelli bianchi a un bel po’ di persone. La Sieco sciupona e disattenta come già visto nelle prime due di campionato e offre il fianco agli avversari senza quasi opporre resistenza. Tante le sbavature in ricezione, quattro gli errori al servizio e addirittura due falli dalla seconda linea fischiati agli abruzzesi hanno fatto suonare tutti i campanelli d’allarme di cui è provvista la testa di Coach Nunzio Lanci. E se nel primo set gli avversari sono andati in fuga solo a partire dalla parte centrale del gioco, questa volta partono subito forte e l’Impavida è costretta ad inseguire da una distanza considerevole fino al 7-3. Da li in avanti la Sieco mostra, finalmente, le sue virtù. Marks comincia a brillare e a macinare gioco così come Ogurčák e l’esordiente Sorrenti. Ora Andrea Lanci ha solo l’imbarazzo della scelta con tutti i terminali offensivi, centrali compresi, che girano a mille. I padroni di casa accusano il colpo di una rimonta con sorpasso da parte degli impavidi, ma stringono i denti e rimangono sulla scia degli abruzzesi che alla fine vinceranno il primo set di questo campionato con uno scarto minimo. Gli equilibri restano immutati anche nel terzo set, fin quando gli ortonesi scoprono di avere ancora una marcia da ingranare e quando lo fanno la differenza si vede tutta. La rottura avviene sul 14-14. Ogurčák segna il quindicesimo punto e la Sieco non si ferma più. I bianco azzurri segneranno gli undici punti necessari a vincere il set lasciandone soltanto due ai pugliesi. Nulla da eccepire nella prestazione impavida che continua il suo monologo anche nel quarto, che poi si rivelerà ultimo, set. Piccola flessione a fine gara quando gli avversari riescono a recuperare punti, ma gli ortonesi gestiscono al meglio il vantaggio che alla fine rimarrà di cinque lunghezze.

 

PRIMO SET. Pag Taviano che schiara il palleggiatore palleggiatore Dobromir e l’opposto iraniano Vahid. Al centro ci sono Smiriglia e Bonola. Il reparto schiacciatori è invece rappresentato da Caci e dal capitano Matej Cernic. Libero Gianluca Bisci. La Sieco, orfana di Dolfo, trova il suo sestetto nel Capitano Andrea Lanci al palleggio e “Bibob” Marks opposto. La coppia centrale è formata da Simoni e Menicali mentre in banda Ogurčák, per questa volta avrà come collega il giovane Sorrenti.

 

Subito Out il servizio di Ogurčák ed è 1-0 per i padroni di casa. Il primo punto per gli ortonesi ha la firma di Marks 1-1. Sbaglia il servizio Marks, che poi nell’azione successiva pesta la riga in fase di attacco ed il primo break è per i padroni di casa 4-2. Murato l’attacco di Marks ed ora il divario si allarga con i padroni di casa avanti di quattro punti 8-4. Taviano che fa anche ace, aiutato dal nastro della rete 9-4. Il primo ACE per la SIECO è del Capitano Andrea Lanci 9-6. Sempre avanti i padroni di casa con la Sieco costretta ad inseguire seppur dalla distanza. Marks fa ace su Cernic 13-10. Ancora una pestata per Marks dalla seconda linea ed il Taviano va in fuga 15-10. Ace “sporco” per Sorrenti che sul 15-12 induce la panchina del Taviano a chiamare tempo. Bella la difesa tavianese che riesce a ricostruire gioco e margine di vantaggio 17-12. Murato Sorrenti da Vahid e punteggio sul 19-13. Nunzio Lanci decide che è tempo per il suo secondo time-out. Buona la Pipe di Sorrenti ed è 20-14. Un video-check vede dentro l’attacco di Marks ma il divario è sempre ampio 21-15. Da esperto qual è Cernic gioca sul muro e guadagna il primo set-point: 24-16. Set che poi termina con l’errore di Marks al servizio 25-17.

 

SECONDO SET senza cambi nei sestetti e ricezione che parte male per la SIECO con Lanci e Marks che riescono a raddrizzare la scomoda situazione e a segnare il punto 1-0. Tuttavia, subito dopo, lo stesso Marks va al servizio e la spedisce fuori 1-1. Vantaggio dei padroni di casa, Cernic mette in difficoltà Toscani, la PAG ricostruisce e mette a segno il 3-2. Muro di Smiriglia su Ogurčák ed è 4-2. Errore di Menicali in ricezione ed è Time Out chiamato da Mr. Lanci sul 7-3. Menicali si fa perdonare per il precedente ingenuo errore con un attacco potente al centro, ma lo svantaggio è ancora pesante 8-4. Caci la spara fuori e Coach Licchelli chiede un video-check per presunta invasione a muro. L’elettronica sentenzia che l’invasione non c’è e la Sieco si porta sul 9-6. Ancora un punto per gli ortonesi e sul 9-7, Taviano chiama tempo per spezzare il momento positivo degli avversari. Ancora un punto per Ortona, Ogurčák con il suo ace rosicchia ancora un punto 9-8. Pareggia i conti Menicali con un bellissimo attacco al centro 9-9. Marks fa ace ed è sorpasso, 11-12 per la SIECO. Sbagliano la Pipe i padroni di casa e per la prima volta Ortona è in vantaggio di due punti 12-14. Buona l’intesa Lanci-Simoni che con una “sette” mette a segno il 13-15. Bravo Marks, gran bel colpo in diagonale che vale il 15-17. Bonola sbaglia il servizio e la SIECO torna a +2: 17-19. Cernic fa invasione e la Sieco guadagna un nuovo, ulteriore punticino 18-21. Bomba di Ogurčák che segna il 18-22 e Licchelli si rifugia in Time-Out. Taviano rosicchia un punto. Sul 21-23 Nunzio Lanci chiama tempo per spezzare il gioco avversario. Ancora errore in fase ricettiva e Taviano torna a solo un punto 22-23. 23-24: palla set importantissima per la SIECO che ha la possibilità di attaccare la palla decisiva, brutta ricezione ortonese ma Lanci compie un mezzo miracolo riuscendo a palleggiare ad Ogurčák che la piazza in campo. Arriva sul filo del rasoio il primo set vinto dalla Sieco in questo campionato: 23-25

 

Si riparte con il TERZO SET senza variazioni. Primo punto per Taviano. Simoni mura la Pipe avversaria ed è 2-2. Fortunoso ace di Cernic, il nastro stoppa il suo servizio e la palla cade a terra 4-2. Muro di Menicali e la SIECO si rifà sotto 5-4, il pareggio è questione di secondi, Simoni fa Ace 5-5. Terzo ace fotocopia per i padroni di casa, il nastro ferma la palla che poi piomba a terra 8-6. Bello il palleggio di Lanci che con una mano serve Ogurčák per il 10-9, poi Marks la manda fuori di poco, tant’è che Lanci chiama il Check ed ha ragione 10-10. Taviano tenta la fuga e sul 13-10 per gli avversari, la panchina ortonese chiama tempo. Out il servizio di Sorrenti: 14-12 e Cernic va al servizio. Mini-break ortonese che con Marks conquista il punto del pareggio 14-14. Quando Ogurčák segna il punto del vantaggio, Licchelli chiama tempo per i suoi: 14-15. Ace di Simoni con una float sul libero pugliese 14-16. Muro ad uno per Marks ed ora il vantaggio ortonese aumenta 15-19 e secondo time-out chiesto dalla panchina di casa. Ace di Andrea Lanci ed ora il punteggio è 15-20. Pallonetto di Menicali e la SIECO vede il suo primo punto in campionato più vicino: 15-22. In rete il servizio di Lugli che regala il ventitreesimo punto ad Ortona: 16-23, poi Sorrenti conquista il set-point: 16-24. Ogurčák mette in difficoltà la ricezione dei padroni di casa e terzo set a favore degli ortonesi 16-25.

 

Al via il QUARTO SET, con il punto dei padroni di casa 1-0. Arrivano poi gli errori al servizio di Cernic e di Marks così il tabellone indica 2-1. Fischiato fallo in palleggio ai padroni di casa 3-4. Ogurčák implacabile, davvero un’ottima serata per lui, con il suo attacco da il via alla mini fuga ortonese 3-6 e time-out per Taviano. Rosicchia un punticino il Taviano quando il video-check conferma che l’invasione dei pugliesi non c’era 4-6. Ogurčák ferma a muro Vahid 4-8. Questa volta Marks non la tiene in campo ed è ancora punto per Taviano 6-8. Buon momento per Taviano che dopo una serie infinita di scambi riesce a mettere a segno il 7-8. Lanci chiama quindi un Time-Out, la squadra di casa è infatti cresciuta in tutti i fondamentali negli ultimi punti. Sempre il solito Ogurčák mette in difficoltà la ricezione ospite ed il punteggio torna ad allungarsi 7-11. L’ace di Lugli porta il Taviano sul 9-12. Invasione di Baldari per la PAG e Sieco che segna il 10-14. Errore di Bonola che manda il suo pallonetto out 11-16. Sul 11-17, è ora per Taviano di fermare il gioco. Lugli ferma Ogurčák ancora un punto guadagnato dagli avversari 14-18. Ennesimo punto per l’opposto tedesco Marks: 15-20. Ogurčák serve malamente ma il divario è ancora rassicurante per i ragazzi di Nunzio Lanci 16-21. Out l’attacco di Cernic 17-23, ma Taviano chiede un check per invasione. Il fallo però non c’è ed il punteggio è confermato. Out il servizio di Cernic, ma siamo a fine partita e Licchelli chiama un nuovo controllo elettronico. Elettronica che sovverte il giudizio arbitrale, quella del forte schiacciatore ex-azzurro era, di fatto, un ace 19-23. Tuttavia, il suo successivo servizio è sulla rete, 19-24 e Ortona ad un passo dalla prima vittoria. Ed è di Simoni l’ultimo punto che regala i primi tre punti al sestetto ortonese: 20-25

 

Inevitabilmente soddisfatto Nunzio Lanci a fine gara: «È stata una partita difficilissima per noi, che giocavamo con addosso un’enorme pressione. Paradossalmente la voglia di fare bene ci ha impedito inizialmente di giocare con scioltezza. Poi siamo stati bravi a raddrizzare la situazione e quando l’impresa ci è riuscita abbiamo scaricato la tensione giocando quindi sempre meglio. La speranza è quella di esserci finalmente tolti quella pressione e quella cappa negativa di dosso così da giocare finalmente la buona pallavolo che abbiamo espresso durante la preparazione pre-campionato. Adesso però non dobbiamo crogiolarci su questi tre punti, c’è da pensare subito a giovedì quando affronteremo Tuscania nell’ennesima difficilissima gara consapevoli del nostro potenziale e della fame di punti che abbiamo. Nessuno dei nostri obiettivi che ci eravamo prefissi è compromesso. Bisogna continuare su questa strada».

 

«È stata una bellissima vittoria» racconta “Fero” Ogurčák, autore di una prestazione super «soprattutto perché arriva dopo un primo set giocato male e con troppa tensione addosso. Finalmente ci siamo sbloccati ed abbiamo dimostrato di essere capaci di giocare una bella pallavolo. Siamo contentissimi di essere riusciti a vincere dando una gioia ai nostri tifosi che vorrei invitare a sostenerci nella prossima importantissima gara interna di giovedì contro Tuscania»

 

Altro protagonista della gara, tra i più positivi in attacco, il giovane Mattia Sorrenti: «Finalmente ci siamo sbloccati su un campo molto difficile come quello di Taviano. Stiamo cominciando a mostrare il nostro valore nonostante l’assenza di Dolfo che è uno dei giocatori più importanti della nostra rosa. Adesso dobbiamo rimanere con i piedi per terra e continuare a lavorare sodo in palestra per per toglierci ancora tante altre soddisfazioni. Vorrei dedicare questa mia prima partita da, tra virgolette, giocatore di serie A a mio padre. Lui ha sempre creduto in me, forse anche più di quanto abbia mai fatto io»

 

Ricordiamo che Giovedì 1 Novembre alle ore 18.00 si giocherà un turno infrasettimanale. La Sieco Impavida Ortona incontrerà tra le mura amiche la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania.

 

LA SIECO IN TV.

 

lunedì alle ore 16.15 sul canale 11 – RETE 8 SPORT (ampia sintesi)

 

martedì alle ore 20.30 sul canale 113 – TELEMARE (integrale)

 

mercoledì alle ore 13.30 sul canale 113 – TELEMARE (integrale)

 

Pag Taviano – Sieco Ortona 1-3 (25/17, 23/25, 16/25, 20/25)

 

Pag Taviano: Martinelli 1, Dobromir 5, Vahid 14, Lugli 4, Astarita 1, Torsello n.e., Baldari 1, Bonola 6, Scarpello n.e, Bisci (L), Caci 13, Smiriglia 4, Maleddu n.e, Cernic 11.

 

Sieco Service Impavida Ortona: Simoni 7, Pesare (L), Zanettin n.e., Berardi n.e., Dolfo n.e., Toscani (L), Sitti, Sorrenti 11, Lanci A. 2, Marks 25, Fiscon, Ogurčák 15, Menicali 5. Allenatore: Lanci N.

 

 

Durata Set: I (26), II (28), III (27), IV (30)

Durata Match: 1.51h

 

Aces: Taviano 10, Ortona 9

Errori Al Servizio: Taviano 11, Ortona 19

Muri Punto: Taviano 7, Ortona 8

Arbitri dell’Incontro: Stancati (PZ) e Colucci (CS)

Condividi:
Stampa Articolo