Domenica, 20 ottobre, si ricomincia. Abbiamo davanti ventidue giornate di Regular Season che ci terranno con il fiato sospeso ad ogni gara e in questa prima, la Sieco Impavida Ortona riceve la visita della Synergy Mondovì. Ad allietare il pubblico tra un set e l’altro le bambine della ginnastica ritmica ASD Armony che ringraziamo per il loro apporto allo spettacolo di oggi.

Primo set che parte equilibrato ma Ortona è più presente a muro, e sfruttando bene il gioco al centro riesce a mettere in seria difficoltà il sestetto di Mondovì. Più equilibrato il secondo parziale con la SIECO che tenta di partire forte ma viene subito ripresa dagli avversari. È un set giocato punto su punto con Mondovì avanti e la Sieco a tallonarla. Ospiti che però cedono nel finale, la SIECO continua il suo buon momento in fase di ricezione ed è facile per Marks trascinare i suoi alla vittoria del parziale. Incredibile quanto accaduto nel terzo set con la SIECO che butta al vento un vantaggio clamoroso e dal 16-12 si ritrova sotto 18-20. Inutile poi tentare il recupero. Gli ospiti sono lanciati verso la vittoria del terzo parziale. Quarto set che parte punto a punto, ma gli ortonesi trovano un allungo che fa ben sperare. I piemontesi tuttavia non sono domi e come nel set precedente ricominciano a macinare gioco avvicinandosi pericolosamente ai padroni di casa. La Sieco però tiene botta ed il set va avanti punto a punto, incerto. Poi sale in cattedra Christoph “Bibob” Marks decisivo nel lanciare lo sprint finale.

Gli ospiti schierano in campo la temibile diagonale formata Pistolesi-Kadankov. Biglino e Presta al centro e gli schiacciatori Terpin e Borgogno, Libero Pochini. I padroni di casa rispondono con Pedron e l’opposto Marks, Menicali e Simoni al centro, Bertoli e Ottaviani di banda. Libero Toscani.

La Prima palla della partita, e del campionato, è tra le mani di Bertoli che però la spedisce in rete 0-1. Out l’attacco di Marks e subito gli ospiti prendono vantaggio 0-2. Il primo punto per l’Impavida 2019/2020 è di Ottaviani che riesce nel suo intento di giocare un mani-fuori: 1-2. Buona l’intesa tra Pedron e Simoni che schiaccia la palla del 4-4. Marks dopo aver difeso un attacco è chiamato in causa anche per il contrattacco che va a segno. Sieco avanti per la prima volta 6-5. Quattro tocchi in casa Synergy, stavolta il doppio vantaggio è per gli abruzzesi 8-6.

Finta Simoni ma è Bertoli che la pianta a terra 11-9. Bravo Bertoli a sbrogliare una situazione complicata servendosi delle mani del muro per mettere a segno il 15-11 e poi, quando un muro a tre ben piazzato porta a 4 il divario tra le due squadre, mister Fenoglio chiama il suo primo time-out. Arriva anche un fallo di rotazione per i piemontesi 17-12. Invasione aerea fischiata agli ospiti 19-15. Ed ecco il primo ACE per Ortona, lo mette a segno Ottaviani 21-15. Ancora Ottaviani incontenibile in attacco, sul 23-16 secondo time-out per i monregalesi. Ci pensa Simoni a regalare il primo set point per i suoi 24-17. Ace “sporco“ per Presta 24-18 e poi Ottaviani ferma Kadankov a muro 25-18.

Secondo Set che comincia con il vantaggio della SIECO grazie ad un muro di Menicali 1-0. Ed è sempre il centralone ortonese che mura la palla che vale il 5-4. Da un servizio fortunoso nasce l’azione del pareggio ospite 6-6. Bertoli però non ci sta e attacca per il 7-6. Fischiata invasione ad Ottaviani 7-8. Michele Simoni pareggia i conti 10-10. Bomba di Marks in parallela 12-12. Non riesce il muro della Synergy a fermare Ottaviani, gara che va in altalena 14-14. Spreca una buona occasione Pedron che schiaccia sulla rete: 16-17. L’Ace di Simoni vale il sorpasso 18-17 e ora tocca ai ragazzi di coach Fenoglio inseguire. Bellissimo primo tempo messo in scena tra Pedron e Menicali 20-19. Doppio vantaggio, grazie all’attacco di Marks 21-19. Sulla rete il servizio di Kadankov 22-20. Marks la piazza al servizio e sorprende la ricezione ospite che si aspettava invece una bordata, 24-21 e SIECO vicina alla conquista dei primi punti in campionato. Ed è il neo-entrato Carelli che mette a segno il suo primo punto in Serie A e regala la vittoria del secondo parziale ai suoi 25-21.

Terzo set che si apre con un errore al servizio di Ottaviani, Marks rimedia subito ed è 1-1. Out l’attacco al centro di Biglino, la Sieco tenta la fuga 3-1. Paura per Ottaviani che cade male da un muro, e si porta le mani alla caviglia, niente di serio all’apparenza, perché lo schiacciatore rimane in campo. Pallonetto di Loglisci e pareggio 4-4. Bertoli cerca il tocco a muro 6-5. Muro a uno di Pedron che tutto solo ferma Terpin, il palasport esplode 7-5. Ora l’Impavida è spinta dall’entusiasmo, Menicali tocca con un pallonetto e segna il 9-6. Errore di Pistolesi che spreca il servizio 12-7. Borgogno tenta di giocare sulle mani del muro ma la mira non è buona e spedisce la palla direttamente in OUT 13-8. Marks serve ma centra la rete 15-10. Murato Simoni, gli ospiti rosicchiano punti 16-12. Fase centrale con la SIECO che accusa un evidente calo nella fase di ricezione/difesa, il Black-Out costa caro ai ragazzi di Nunzio Lanci che si vedono sorpassati 18-20. Continua il dominio ospite, Borgogno schiaccia la palla del 19-23 e ospiti ad un passo dal riaprire la gara. Ottaviani schiaccia una palla impossibile, quasi senza saltare 21-23. Errore di Biglino ma la Synergy è sempre ad un passo dalla chiusura 22-24. Marks sbaglia il servizio e regala il set a Mondovì, bravi a crederci e a recuperare una situazione davvero sconfortante 22-25.

Si riparte con il quarto Set, la Sieco non deve lasciarsi sconfortare e anzi, deve compattarsi per resistere all’entusiasmo degli avversari. Il primo punto è di Ottaviani 1-0. Bella palla al centro giocata da Simoni 3-2. Il muro che si oppone a Bertoli tocca l’asta 4-3. Ace per Simoni 5-3. Il muro di Marks mette le distanze fra le due squadre 7-4. Lo stesso Marks ammette il tocco a muro e si becca un cartellino verde 7-5. Bella palla di Pedron che smarca l’opposto tedesco che segna il 9-5. Ancora un muro di Pedron 12-7. Out il servizio di Borgogno 13-8. Biglino stoppa Menicali ma Nunzio Lanci chiede un check per invasione. Dopo il controllo del video-check, il secondo arbitro fa un po’ di confusione con la gestualità assegnando prima la palla a Mondovì, poi ad Ortona e poi di nuovo a Mondovì. Si genera confusione e i piemontesi trovano quindi un ace alla ripresa del gioco 14-12. Fermato Bertoli, gli avversari si rifanno sotto 14-13. Bertoli gioca sul muro, palla fuori di un niente, ma pur sempre fuori. Fenoglio ha diritto ad un controllo, e il responso conferma la decisione. 16-14. Errore per Terpin che spreca il servizio 17-15. Errore anche per Menicali 17-16. Bibob lancia una bomba che il muro non riesce a fermare, la palla schizza fuori 20-17. Pedron sfodera ancora un muro 21-17. Loglisci sbaglia il suo servizio e gli ortonesi mantengono un margine rassicurante 22-18. Bertoli trova “la palla del postino”, come la chiamerebbe Lucchetta, e infila la palla tra muro e rete 24-19. Annullata la prima palla match ma l’ultimo punto arriva al centro da Menicali. 25-20.

Tra i protagonisti della gara c’è senza dubbio Michael Menicali: «Primi due set di altissimo livello, così come il terzo. Ci siamo però bloccati in un paio di rotazioni, abbiamo avuto paura di farci rimontare ed è proprio quello che poi è successo. Per fortuna siamo riusciti ad uscirne alla grande, d’altronde era la prima partita e dobbiamo ancora rodare il nostro gioco».

Pedron: «Tre punti importantissimi contro una squadra tosta che l’anno scorso ha disputato un ottimo campionato e che in estate si è ulteriormente rinforzata. Se sono contento dei miei otto punti? Non guardo mai le statistiche, a me interessa vincere ed oggi ci siamo riusciti. Nel terzo set avevamo un buon margine di vantaggio e la tensione si è allentata. Di conseguenza siamo stati meno incisivi in attacco e meno precisi in fase difesa e ricezione. Abbiamo pagato questa disattenzione ma alla fine siamo riusciti a chiudere. La squadra è nuova e c’è ancora da registrare bene certi meccanismi.»

Coach Nunzio Lanci: «Primi due set abbiamo giocato la pallavolo che dovremmo giocare per tutto il campionato. Pochi errori, molta pressione in battuta, attacchi precisi, molti meriti da parte nostra, pochi demeriti degli avversari. Poi ci siamo incastrati in un paio di rotazioni, non siamo riusciti nel cambio palla e Mondovì è rientrata subito in partita. Questo a sottolineare che siamo stati bravi ad interpretare la gara contro una squadra brava e attenta. Felici di aver cominciato nel migliore dei modi e tanta voglia di continuare così.»

Sieco Service Impavida Ortona – Synergy Mondovì 3-1 (25-18 / 25-21 / 22-25 / 25-20)

Sieco Service Impavida Ortona: Simoni 11, Pesare (L), Bertoli 13, Sesto n.e., Ottaviani 12, Pedron 8, Toscani (L), Del Frà n.e., Salsi n.e., Carelli 1, Marks 22, Astarita n.e., Menicali 11. Allenatore: Nunzio Lanci. Vice Allenatore: Mariano Costa.

Synergy Mondovì: Milano n.e., Loglisci 10, Ristani n.e., Buzzi, Pistolesi, Terpin 12, Kadankov 5, Biglino 14, Pochini, Garelli, Borgogno 13, Presta 8. Allenatore: Marco Fenoglio. Vice Allenatore: Emanuele Negro

Durata Totale: 1h 36’

I Set: 21’

II Set: 23’

III Set: 26’

IV Set: 26’

Muri Punto: Ortona 12 – Mondovì 5

Aces: Ortona 4 – Mondovì 2

Errori Al Servizio: Ortona 14 – Mondovì 14

Le altre gare in programma:

Emma Villas Aubay Siena – Peimar Calci 3-2

BCC Castellana Grotte – Sacra Italia Chef Centrale Brescia 3-2

Olimpia Bergamo – Geovertical Geosat Lagonegro 3-1

Pool Libertas Cantù – Conad Reggio Emilia 1-3

Kemas Lampiel Santa Croce – Materdominivolley.it Castellana Grotte 3-0

Sieco Service Ortona – Synergy Mondovì 3-1

Classifica: Kemas Lampiel Santa Croce 3, Conad Reggio Emilia 3, Sieco Ortona 3, Olimpia Bergamo 3, Emma Villas Aubay Siena 2, BCC Castellana Grotte 2, Peimar Calci 1, Geosat Geovertical Lagonegro 0, Pool Libertas Cantù 0, Materdominivolley.it Castellana Grotte 0.

Prossima Gara: domenica 27 ottobre, ore 18.00:Conad Reggio Emilia – Sieco Service Impavida Ortona