Arriva purtroppo la seconda sconfitta consecutiva per la serie C della Sieco Service Impavida Ortona. Ad Isernia, la giovane formazione ortonese non è riuscita a riscattare l’opaca prova di Alba Adriatica ed ha dovuto cedere ai colpi de La Fenice Volley.

Non una prestazione brillante per i ragazzi di Tommaso Flacco Monaco, che hanno faticato a mettere la palla a terra e non hanno avuto la giusta cattiveria, caratteristica che l’aveva contraddistinta nei match precedenti. Tuttavia, a malincuore, va sottolineata la pessima direzione arbitrale che ha certamente inciso in alcuni frangenti fondamentali della partita. Tanti gli errori commessi dai due fischietti, decisivi quelli del quarto parziale quando, prima hanno segnalato out un muro nettamente in campo del giovane Pisciella, hanno ammonito poi lo stesso Pisciella per una flebile protesta e, non contenti, hanno mostrato il rosso a coach Flacco Monaco che stava semplicemente dialogando con loro. Due punti regalati agli avversari in un’azione di gioco, a cui se ne è aggiunto subito un terzo, nel momento in cui il primo arbitro ha visto un tocco inesistente di Toscani Alberto sul servizio out della compagine molisana. Tre errori che hanno segnato il sorpasso nel punteggio de La Fenice Volley in un momento positivo dei giovani Impavidi, che da quel momento non hanno più saputo reagire, cedendo completamente al gioco della squadra di casa.

Ci teniamo a precisare che non è per noi solito segnalare gli errori arbitrali, che all’interno di una partita possono essere commessi e sono tranquillamente giustificabili; ma quando questi influiscono così tanto sull’andamento del match essendo così clamorosi e ripetitivi, diventando parte integrante della cronaca di un incontro, non possono non essere raccontati.

Passando alla partita vera e propria, va detto che la Sieco Service si è presentata in campo con Pisciella in regia, Toscani Alberto opposto, Blagu e D’Alessandro schiacciatori, Di Fulvio e Nisii al centro, Toscani Alessandro libero. Assente Fortuna, a cui esprimiamo tutto il nostro cordoglio per il lutto che ha colpito la sua famiglia. Il primo set è stato completamente da dimenticare, con l’Isernia che ha dominato in lungo e in largo, vincendo 25/15. La reazione c’è stata nel secondo parziale, quando si è visto un andamento molto più equilibrato. Nel finale l’Impavida è andata avanti (20/22), ma non è bastato: il break positivo (5/1) dei molisani ha permesso loro di portarsi sul 2-0 (25/23). Stesso punteggio, ma questa volta a parti invertite, nel terzo set: la Sieco si è da subito distanziata (9/13), salvo poi concedere qualche brivido finale (20/21) prima di aggiudicarsi la contesa (23/25). Ma l’ultimo parziale ha visto primeggiare nuovamente La Fenice Volley, che ha fatto sua la partita vincendo 25/15.

Una sconfitta dal sapore amaro da cui si cercherà di reagire tornando a giocare in casa, dove finora gli Impavidi hanno disputato le loro migliori partite. Sabato (ore 19) si presenterà la capolista Montorio, squadra forte e tra le pretendenti al salto in B2, categoria in cui militava appena un anno fa. Servirà la migliore Impavida e ci sarà bisogno anche dall’aiuto dei tifosi. Si invitano perciò tutti i sostenitori a partecipare ed esprimere la loro vicinanza alla giovane formazione ortonese. Non mancate!

LA FENICE VOLLEY ISERNIA – SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA 3-1 (25/15-25/23-23/25-25/15)

Tabellino: Pisciella 4; Blagu 2; D’Alessandro 9; Nisii 7; Di Fulvio 12; Toscani 16; Toscani (L); Ceccoli 2; Faiulli; Palizzi; Scutti; Gallucci n.e.