Sieco Service Impavida Ortona – Geosat Geovertical Lagonegro 3-0 (25-20 / 25-19 / 25-23)

Un tre a zero netto e rotondo quello ottenuto dalla Sieco Impavida Ortona sull’odierna rivale Geosat Lagonegro. A voler proprio trovare il pelo nell’uovo nella prestazione dei ragazzi di Coach Nunzio Lanci è la gestione del finale dei set, quando i lucani hanno dimostrato che se lasciati giocare possono diventare molto pericolosi. Si rivede l’opposto Marks in panchina.

La Sieco di questo Santo Stefano vince e convince contro un Lagonegro che ha sofferto molto il gioco ortonese. Ottimo lavoro del muro Impavido che si alla fine si abbatterà per 13 volte sugli attacchi dei lucani. Geosat sempre sotto di svariate lunghezze in tutti i set di questo incontro ma che alla lunga riuscivano a tonare sotto, grazie anche ad un calo di tensione del sestetto locale.

Lagonegro di fatto pericolosa solo nel terzo ed ultimo set quando si rende protagonista di una rimonta fino al 23 dopo che erano stati sotto di sette punti. Rimonta che però non riesce a concretizzarsi fino in fondo perché alla fine l’asse Pedron/Bertoli ha la meglio su di un super Tiurin dai nove metri. Pedron che trova in Menicali e Sesto due ottimi alleati per variare il gioco e sgravarlo sensibilmente dai rientranti, ma pur sempre acciaccati Ottaviani e Carelli. Bertoli è una sicurezza. Si fa carico dei palloni più importanti di ogni set variando molto la varietà dei colpi. Maiuscola anche la prestazione di Nicola Sesto. 71% di positività in attacco per lui, con l’aggiunta di tre muri vincenti. Più in alto vincono Siena e Calci garantendosi la possibilità di giocare in Coppa Italia con le prime dei due gironi di Serie A3. Ancora incerta la sfidante per la SIECO che dovrà attendere la vincente tra Bergamo e Brescia del prossimo 28 dicembre.

Adesso gli impavidi potranno godere finalmente di un po’ di riposo. Si tornerà in campo il 5 gennaio per la prima gara del girone di ritorno. Il nuovo anno partirà in trasferta contro un rinato Mondovì che non vede l’ora di proseguire la sua scalata in classifica dopo una prima parte di campionato piena di complicazioni.

Nunzio Lanci: «Una gara che potrebbe sembrare semplice ma siamo stati bravi noi sia nello sfruttare i loro passaggi a vuoto, sia nell’avere una buona continuità in battuta. Godiamoci il momento e soprattutto concediamoci un po’ di riposo prima di riprendere la preparazione per la prima del girone di ritorno a Mondovì»

Nicola Sesto: «Siamo contentissimi. La partita del 26 dicembre è sempre molto delicata e bisogna affrontarla con il giusto piglio. Non mi fidavo per nulla del Lagonegro e invece siamo stati bravi. Siamo riusciti a metterli in difficoltà con dei break importanti in battuta, insomma un tre a zero davvero meritato».

PRIMO SET. Ancora una volta formazione obbligata per Coach Nunzio Lanci. Ancora fermo Marks, l’opposto sarà il rientrante Carelli. Alla sua diagonale opererà il regista Pedron. Schiacciatori Bertoli e un Ottaviani a mezzo servizio. Centrali Sesto e Menicali. Libero, Toscani. Gli ospiti rispondono con Zoppellari al palleggio e Tiurin opposto. Mazzone e Fantauzzo schiacciatori, Spadavecchia e Robbiati centrali, Santucci libero.

La prima palla dell’incontro è tra le mani del forte opposto Tiurin che al servizio mette subito in difficoltà la ricezione dei padroni di casa. Sulla ricostruzione, Lagonegro segna il punto dell’1-0 ma è Carelli che con un pallonetto conquista subito il pareggio 1-1. Out per due volte di seguito le bordate di Tiurin, ora la Sieco è in vantaggio di tre punti: 5-2. Bertoli tira sulla amano esterna del muro e la palla schizza fuori 7-4. Fuori tempo la difesa in tuffo di Toscani, Lagonegro si fa sotto in maniera pericolosa 7-6. Una Pipe senza di Lagonegro trova il muro ortonese impreparato ma la schiacciata si impenna contro il bordo superiore della rete e si spegne fuori 10-7. L’invasione di Pedron porta gli ospiti al pareggio 13-13. Murone a uno di Menicali e la SIECO recupera vantaggio 17-14. Errore di Mazzone che schiacciando colpisce l’asticella 19-14. Ottimo il lungolinea di Bertoli a coronare un’azione lunga spettacolare 23-15. Non riesce Ottaviani a tenere in campo una palla difficilissima e l’appuntamento con il venticinquesimo punto è rimandata 24-17. Out il pallonetto di Carelli 24-19. Ace di Tiurin 24-20 e time – out per Nunzio Lanci. Ci pensa poi Carelli con un pallonetto a mettere fine al “regno di terrore” che l’opposto russo stava pian piano creando dai nove metri.

SECONDO SET che nasce con il servizio di Ottaviani ed è subito 1-0. Spadavecchia al centro segna il 2-2. Fortunato ace, per Bertoli che tocca il nastro e trova il 6-4. Muro di Menicali 7-4. Palleggio all’indietro di … Toscani, Carelli la tiene dentro con un colpo di fino. Gli ospiti sono spiazzati e non possono che regalare una free-ball ad Ortona. La Pipe di Bertoli vale quindi l’8-4. Errore al servizio per Zoppellari 11-6. Ottaviani non riesce alla prima, ma alla seconda fa 13-6. Bellissimo il primo tempo di Nicola Sesto 14-6 e ospiti che si rifugiano in time-out. Zoppellari riesce a spezzare il ritmo degli ortonesi 15-7. Murato Bertoli, ora il momento favorevole è della Geosat 16-9. È out il servizio di Sesto 18-10. Ottaviani tira una bordata dalla seconda linea 20-11. Ottima l’intesa tra Pedron e Menicali 21-12. Ace per Ramberti 21-14. È fuori il servizio di Ottaviani 23-17. Pedron la tocca dentro di prima ed è nuovamente set point 24-17. Ace di Tiurin 24-19 e time-out per Nunzio Lanci. Bertoli chiude i conti sul 25-19 ed il primo punto in palio è conquistato.

Si riparte con il TERZO SET. Ramberti è al servizio per gli ospiti ma è Ortona che parte forte. Il punto del 3-0 è di Menicali direttamente su servizio. Ancora Ace per Menicali 4-0. Bertoli in Pipe 5-1. Dilaga la Sieco e sul 7-1 Coach Falabella decide che è tempo di fermare il gioco 7-1. Stavolta la bomba arriva da Tiurin 8-3. C’è voluto il video-check per valutare buona una schiacciata di Bertoli 9-4. Corrado sbaglia il servizio 10-5. Bertoli è fermato da Robbiati 10-7. Ottaviani trova il mani e fuori del 13-8. Sesto ferma tutto con un muro pesantissimo 16-10. Errore dai nove metri per Ottaviani 16-11. Anche Menicali stampa un muro stupefacente 18-11. Bertoli fermato da Spadavecchia 18-13. Ramberti “buca” una palla che gli scivola tra le mani 21-14. Ace per Fantauzzo 22-17. Lagonegro tenta di recuperare come ogni fine set e sul 23-20, Nunzio Lanci chiama tempo. Non tiene il muro ospite 24-20. Ace di Tiurin e ancora time-out per la Sieco. Tiurin è inarrestabile ma alla fine arriva il muro di Sesto che fa tirare a tutti un sospiro di sollievo 25-23

Sieco Service Impavida Ortona: Simoni n.e., Pesare (L), Bertoli 13, Sesto 8, Ottaviani 9, Pedron 3, Toscani (L), Del Frà n.e., Salsi n.e., Carelli 6, Marks n.e., Astarita n.e., Menicali 11. Allenatore: Nunzio Lanci. Vice Allenatore: Mariano Costa.

Geosat Geovertical Lagonegro: Mazzone 7, Condorelli (L), Spadavecchia 4, Ramberti 1, Corrado 11, Santucci (L), Maccarone 1, Fantauzzo 1, Vecellio n.e., Tiurin 15, Zoppellari 1, Robbiati 4. Allenatore: Paolo Falabella. Vice Allenatore: Giuseppe Iannarella

Sieco Service Impavida Ortona – Geosat Geovertical Lagonegro 3-0 (25-20 / 25-19 / 25-23)

Durata Incontro: 1h 20’

  • I Set: 28’
  • II Set: 24’
  • III Set: 
  • IV Set: 
  • V Set: 

Muri Punto:

  • Ortona: 13
  • Lagonegro: 9

Aces:

  • Ortona: 3
  • Lagonegro: 5

Errori Al Servizio:

  • Ortona: 9
  • Lagonegro: 10

Arbitri Dell’Incontro: 

  • Primo: Carcione Vincenzo (Roma)
  • Secondo: Feriozzi Ugo (Ap)

Risultati ultima giornata:

Emma Villas Aubay Siena – Conad Reggio Emilia 3-0

Olimpia Bergamo – Sarca Italia Chef Centrale Brescia (28/12/19)

Materdominivolley.it Castellana Grotte – BCC Castellana Grotte 2-3

Pool Libertas Cantù – Synergy Mondovì 1-3

Kemas Lampiel Santa Croce – Peimar Calci 1-3

Classifica: Siena 26, Calci 25, Ortona 24, Bcc Castellana 21, Brescia 19, Bergamo 18, Santa Croce 16, Lagonegro 10, Materdomini Castellana 10, Reggio Emilia 9, Mondovì 8, Cantù 6.

Brescia, Bergamo, Lagonegro e Matetdomini Volley una gara in meno

Nessun evento trovato!