La Sieco compie l’impresa e vince al tie-break con i Vice Capolista di Santa Croce

276

L’undicesima giornata di campionato sorride alla Sieco Service Impavida Ortona che sovverte i pronostici e vince per tre set a due contro una squadra di indubbio spessore come la Kemas Lamipel Santacroce, seconda in solitaria in questo avvincente campionato di Serie A2 Credem Banca. Dall’altra parte della rete c’era una squadra che ha lottato per la testa della classifica fino all’ultima palla ed è stata proprio la sconfitta ad Ortona che li ha definitivamente impedito di riacciuffare Bergamo, ormai matematicamente primo in classifica.

Tenere testa ai Lupi da dimostra quanta strada la Sieco abbia fatto dall’inizio del campionato ad oggi e la vittoria di oggi fa bruciare un po’ più forte la fiamma della speranza in una salvezza. Sebbene l’aggancio al Portoviro, terzultimo, sia sfuggito per un punto, ad oggi i nostri beniamini sono in Zona Playout. Alla corsa salvezza si aggiunge anche Cantù, distante solo tre punti su sei disponibili.

Coach Nunzio Lanci: «Siamo stati molto bravi a giocarcela punto su punto, anche nei momenti di maggiore difficoltà. Abbiamo mantenuto quella lucidità che ci ha permesso di giocarci la partita fino alla fine. Il lunghissimo terzo set ha dimostrato che siamo in grado di gestire la tensione tutte quelle palle che scottano. La salvezza diretta è ancora alla nostra portata ma dobbiamo vincere le ultime due gare rimaste, anche se non dipende solo da noi ma anche dai risultati delle altre. La prossima partita contro il già retrocesso Mondovì potrebbe sembrare semplice ma in realtà sarà tra le più difficili. Il rischio è quello di non entrare in campo con la giusta grinta e cattiveria quando invece dovremmo giocare sempre come abbiamo fatto oggi al tie-break. Nelle ultime due partite sembravamo smarriti e invece devo elogiare i miei ragazzi che oggi sono entrati in campo con il piglio giusto. Non era affatto facile. Santacroce gioca bene e con una altissima intensità. Ha nel servizio e nella fase muro/difesa il suo punto di forza.»  

Antonio De Paola: «Anche un punto, a questo punto della stagione, sarebbe stato fondamentale, figuriamoci due. La squadra c’è e ha dimostrato saper reagire. Il nostro desiderio è quello di raggiungere la salvezza. È stato un partitone. Loro hanno grandissime doti al servizio ma siamo stati bravi a controllarli. A questo punto della stagione la fatica comincia a farsi sentire ma posso garantire che noi daremo tutto fino alla fine. Inutile girarci attorno, dobbiamo andare a Mondovì a prendere punti e fare poi una nuova partita della vita in casa contro Castellana Grotte».

IN BREVE

La Sieco apre questa gara con quelli che un nostalgico dei film d’azione chiamerebbe gli occhi della tigre. I Lupi sono frastornati da questa determinazione degli ortonesi e vanno in difficoltà. Dopo un attimo di sbandamento, però, i Lupi cominciano a giocare ed il divario è colmato. Si giocherà quindi sulle ali dell’equilibrio ma alla fine la spunteranno gli ortonesi, anche grazie ai quattro errori al servizio dei santacrocesi contro i due degli adriatici.

E se nel primo set sono stati gli errori al servizio a pesare sui Lupi, nel secondo set, invece, sono stati proprio gli Ace di Fedrizzi e Walla a dare agli ospiti una marcia in più, anche quando la Sieco stava giocando molto bene. Come se non bastasse cala il servizio degli ortonesi che restituiscono con gli interessi (a tasso usuraio) tutto quanto avevano preso nel set precedente. Le cose all’improvviso smettono di girare. La Sieco, però è dura a morire e si compatta in difesa, la ricostruzione cresce in efficacia e a metà parziale sono proprio gli ortonesi ad avere in mano il pallino del gioco. Gli ospiti però stringono i denti e da che erano sotto 11-7, trovano l’aggancio sul 13-13. È qui che Ortona ha un vistoso calo in attacco mentre i Lupi continuano a filare dritti come un fuso mettendo in parità il computo dei set vinti.

Micidiale il terzo set durato da solo quanto un tempo di una partita di calcio (più recupero). È stato un set, come è facile immaginare, molto equilibrato ma con la Sieco che cala sul finale e si fa rimontare e addirittura clamorosamente superare dal 23 – 21 al 23-24. Il cambio palla però arriva subito e il parziale arriverà a terminare con De Paola che stampa il fatidico trentaquattresimo punto.

Un po’ di rimpianti per i ragazzi di Coach Lanci arrivano dal quarto set. Dopo aver tallonato gli avversari riescono a portare il set fino ai vantaggi ma i sogni di gloria devono essere rimandati. Una fortuita invasione di Elia da il punto finale ai Lupi e si va al tie-break.

TIE BREAK

Dura poco l’equilibrio del quinto ed ultimo set. La Sieco trova subito il punto break e si trova in vantaggio 5-3. Sempre meglio la squadra di Nunzio Lanci che al cambio campo è in vantaggio 8-4. La stanchezza sembra non farsi sentire per il sestetto ortonese che invece cresce nella fase muro/difesa/ricostruzione non lasciando scampo alcuno ai vice capolista.

Sieco Impavida Ortona – Kemas Lamipel Santacroce 3-2 (25-23 / 19-25 / 34-32 / 24-26 / 15-7)

Primo Set.

Mister Nunzio Lanci ritrova Fabi, ottimamente sostituito da Molinari nella trasferta a Reggio Emilia. La Sieco si schiera dunque con Ferrato al palleggio e Santangelo opposto. I centrali saranno, appunto, Fabi in coppia con Capitan Elia, mentre gli schiacciatori di banda sono i soliti Pessoa/De Paola. Libero Fusco.

Santacroce, per continuare la rincorsa al primo posto, è pronta in campo con Acquarone regista e Bezerra Souza (per tuti Walla) opposto. Festi e Arasomwan al centro e, attaccanti di banda, Fedrizzi e Colli. Libero Pace.

Il primo servizio è per Santa Croce con Fedrizzi che però tira troppo lungo 1-0. Non passa l’attacco al centro dei Lupi, i tocchi sono quattro 2-0. È Walla a regalare il primo punto ai suoi 3-1. Non ha toccato il muro sull’attacco di Pessoa 4-2. Pessoa è strepitoso nel mettere a terra la palla del 7-2. I lupi si rifugiano in time-out. Fabi prende subito il cambio palla 8-4. Muro solitario di De Paola che la stampa nei tre metri 10-5. Accorciano ancora gli ospiti, questa volta è stato Santangelo ad essere fermato dal muro 10-8. Elia trova il colpo al centro 11-8. Ace di Fedrizzi 11-10. Walla ferma Pessoa e la rimonta è completa 11-11. Ferrato vince il duello aereo con Acquarone 13-12. Acquarone smarca bene Fedrizzi e la sua pipe non trova neanche l’opposizione del muro 1514. Fuori il servizio di Santangelo 17-16. Non riesce l’attacco a Fabi, fermato dal muro 19-19. Fuori il servizio di Walla 21-20. Invasione del muro ospite 23-22. Ace per Santangelo 24-22. Stavolta il servizio è fuori 24-23. Santangelo chiude il set 25-23.

SECONDO SET. De Paola è al servizio e a Elia occorrono due tentativi per stampare il muro giusto 1-0. Ace per i Lupi 1-2. Mani-fuori per Santangelo 3-2. Buon primo tempo di Fabi 4-3. Ancora un ace per i Lupi, stavolta è Walla 4-5. Fuori l’attacco di Fedrizzi 8-6. Troppo corto il servizio di Fabi 9-7. De Paola la tocca piano e fa 10-7. Ace per Santangelo 11-7. Ancora ace per gli ospiti 12-10. Sempre Walla dai nove metri 12-12. Cappelletti sbaglia la battuta 13-13. Fedrizzi invece fa Ace 14-15. Fabi si mangia un “rigore a porta vuota” e Santacroce ne approfitta per il 15-16. Il muro spiazza Fusco e Santacroce trova il punto break 17-19. Il muro ferma Santangelo 17-20. Fuori di poco il servizio di De Paola 18-22. Il video-check vede che l’attacco di Santangelo sfiora l’astina ed è 19-24. De Paola poi viene fermato ed è 1 set pari.

TERZO SET. Che comincia con il primo punto di Elia. Poi il 2-0 con un mani-fuori di Santangelo. L’attacco di Pessoa non tocca il muro 3-3. Pessoa impatta male la palla al servizio 4-5. Ace per Fabi 6-5. Ferrato la butta dentro di prima intenzione 8-6. Troppo forte la botta di Walla! Pessoa non riesce a difendere 9-7. Non ottimale la ricezione di Fusco su float di Acquarone, la Sieco non può ricostruire 10-9. Santangelo toglie le castagne dal fuoco, per il momento, 12-10. Palla spinta di Acquarone 14-10. Ancora fuori un servizio bianco-azzurro. Stavolta è Pessoa 15-12. Attimi di tensione per il forte opposto Walla che cade male e accusa un problema alla caviglia. Per fortuna tutto si risolve per il meglio e la sua gara può continuare. Fuori la parallela di De Paola 16-14. Arasomwan è lesto con una piazzata al centro delle mani del muro abruzzese 17-16. Invasione per Fedrizzi 19-16. Fuori di pochissimo il servizio di De Paola 19-17. Fuori anche il servizio di Acquarone. Dopo una lunga azione Santangelo trova la strada sbarrata dal muro 20-18. Primo tempo coperto perfettamente e Fabi incoccia nel muro 20-19. Santangelo tocca a muro ed ora gli avversari sono a pari punti 21-21. Pessoa tira forte e la Kemas non può far nulla che regalare una free-ball ad Ortona, capitalizzata da Santangelo 23-21. Si divora ancora un buon margine la Sieco ed ora è ancora parità 23-23. Fuori l’attacco di De Paola 23-24. Per fortuna degli ortonesi Walla la stampa sulla rete 24-24. Erroraccio di Fedrizzi che spara molto fuori una palla piuttosto comoda 25-25. Elia non tiene a muro 25-26. De Paola pareggia sul 26-26. Monster Block di Ferrato 27-26. Il videocheck ribalta la chiamata dell’arbitro 28-29 ma poi Pessoa fa 29-29. Fabi intuisce e ferma la Pipe 30-29. Diagonale stretto di De Paola 32-31. Fuori il servizio di Colli 33-32. De Paola chiude un set lunghissimo e regala un punto alla Sieco.

QUARTO SET. La SIECO parte bene e trova subito il 2-0. Pessoa per il 3-1. Molto fuori l’attacco al centri di Festi 4-1. Ace di Fedrizzi e il muro di Festi regalano agli ospiti il pareggio 4-4. Walla serve sulla rete 7-7. Arasomwan la spara forte al centro 8-9. Festi per l’8-10. Il tocco di prima di Ferrato inganna la copertura di Santacroce 10-11. Bella botta dai nove metri per Fedrizzi. Questo ace vale l’11-13. Pessoa cerca e trova le dita del muro 12-13. Si fa più profondo il distacco per la Sieco che ora è sotto di tre punti 12-15. Precisa la frustata di De Paola che prova a tenere la Sieco in corsa 14-16. Sbaglia ancora Walla ed è 16-16. Serve fuori Santangelo 17-18. Fuori la diagonale di Fedrizzi, la Sieco passa momentaneamente in vantaggio 20-19. Ace per Di Silvestre 21-19. La linea appena sfiorata dai Lupi vale il punto del 21-21. Santangelo murato 22-23. Pessoa con la complicità del muro fa 23-23. Il muro di Ortona non tiene 23-24. De Paola risponde presente 24-24. L’invasione di Elia vale il set per Santa Croce ora si va al tie-break

TIE-BREAK. Toccherà ai Lupi servire per primi e il primo punto è della SIECO. Il pareggio è di Festi. Lo stesso festi sbaglia un servizio 3-2. Muro di Santangelo, ed è break 5-3. Ace di Fabi 6-3. De Paola trova un pertugio tra muro e rete ed è li che la piazza 7-3. È sulla linea la pipe di Pessoa. Si cambia campo sul punteggio di 8-4. La diagonale di Fedrizzi è perfetta 8-5. Ancora Fedrizzi, ma questa volta in parallela 8-6. Ace per De Paola! 10-6. Murone di Elia 11-6. Ferrato schiaccia una palla di ritorno ed ora siamo 12-7. Ancora Ferrato! Ma questa volta a muro 13-7. Altro muro di Fabi 14-7. E alla fine la Chiude Pessoa con un potente diagonale 15-7.

Sieco Service Impavida Ortona: Fabi 10, Pessoa 14, Di Silvestre 1, Benedicendi (L) n .e., De Paola 12, Fusco (L)   51% pos. – 36% prf, Santangelo 30, Del Fra n.e., Bulfon, Molinari n.e., Elia 6, Cappelletti n.e., Ferrato 6.

Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone, Fedrizzi 24, Festi 12, Bezerra Souza (WALLA) 32, Colli 10, Arasomwan 7, Sposato (L) n.e, Pace (L) 59% pos. – 38% prf, Ferrini 2, Riccioni n.e, Caproni n.e, Giovannetti n.e, Menchetti n.e.

Durata Gara:  2h 32’

Durata Set: 31’ / 28’ / 46’ / 33’ / 14’

Muri Punto: Ortona 12 – Santacroce 10

Aces: Ortona 7 – Santacroce 8

Errori Al Servizio: Ortona 18 – Santacroce 20

Percentuali Attacco: Ortona 48%, – Santacroce 48%

Percentuali Ricezione:  Ortona Positiva: 57%, Perfetta: 39% – Santacroce Positiva: 54%, Perfetta: 38%

Arbitri: Gasparro Mariano (Agropoli) e Proietti Deborah (Perugia)

Prossima Gara: Domenica 27 marzo, ore 18.00: Synergy Mondovì – Sieco Service Ortona