Lecce condanna la SIECO alla prima sconfitta casalinga. Un 2-3 che vale comunque un punto

228

Le premesse non erano delle migliori con molti dei ragazzi non al meglio della condizione. Arriva la prima sconfitta casalinga per la squadra di Coach Nunzio Lanci che ottiene comunque l’ennesimo risultato utile a far punti. Dopo l’addio di Dall’Agnol si rivede ad Ortona Edgardo Ceccoli che già da tempo collaborava durante gli allenamenti. Arruolato e disponibile già dalla sfida odierna, Ceccoli, schiacciatore pescarese, era già stato uno degli Impavidi in A2 per tre stagioni dal 2014 al 2017.  Una Sieco che al contrario degli ospiti è risultata più scostante e disordinata soprattutto per quanto riguarda la fase di copertura e contrattacco. Sebbene si sia visto un migliore rapporto tra servizi errati ed ace realizzati i ragazzi di Coach Lanci non sono riusciti a gestire le azioni più lunghe quando alla fine erano proprio i leccesi a mettere a terra il pallone decisivo. Una Sieco che illude i propri tifosi per una buona metà del primo set ma che si spegne all’improvviso rendendo di contro gli ospiti della Libellula più brillanti. Un primo parziale perso quasi inaspettatamente che ha dato vigore agli avversari che dilagano nel secondo giocando nettamente meglio nel secondo set. Il gioco si fa più equilibrato nel terzo parziale ma una Impavida più solida riesce a riaprire i giochi. La voglia di recuperare è tanta ma il quarto set vede gli ospiti partire meglio: la Sieco deve rincorrere. Bertoli, Marshall e Bulfon salgono in cattedra e regalano il pareggio alla Sieco. Gli ospiti si scuotono  e staccano la Sieco 9-12. Spinta dall’orgoglio i ragazzi di Coach Lanci arrivano fino al 13-14. Bertoli ha tra le mani una palla sporca che potrebbe valere il 14-14 ma il suo attacco non può essere efficace. Lecce difende e riscostruisce mettendo a terra la palla della gara.

PRIMO SET. Nunzio Lanci parte con il sestetto base: Ferrato palleggiatore e Bulfon opposto. Arienti e Iorno al centro con Capitan Marshall e Bertoli Schiacciatori. Libero Benedicenti.

Aurispa Libellula Lecce risponde schierando Tulone in regia e l’opposto Vaskelis, i centrali Fortes e Agrusti, i martelli Mazzone e Ferrini, con Morciano libero.

Il primo servizio è di Matteo Bertoli così come il primo punto, ottenuto in pipe. Poi lo stesso sbaglia il servizio 1-1. Anche Vaskelis sbaglia il servizio 3-2. Sportivamente Mazzone ammette il tocco, non c’è bisogno del check 5-4. Punto Break per mano di Bertoli 6-4.

Il muro di Bulfon vale l’8-6. La pipe di Marshall costringe Coach Bua a chiedere il primo tempo di questa partita 9-6. Errore dai nove metri anche per Mazzone 10-7. Fuori l’attacco al centro di Iorno 10-9. Attacca fuori lo schiacciatore ospite e perde una ghiotta occasione per il punto break 19-19. Punto break che arriva poi con Ferrini che trova spazio tra le mani del muro ortonese 19-21. L’ultimo punto è di Lecce che vince il set.

Il SECONDO SET parte con l’errore al servizio di Mazzone 1-0. Bertoli Chiude bene il colpo 3-2. Ace di Ferrini 3-4. Non riesce il recupero a Bulfon, che rimane spiazzato e la palla cade a terra 3-6.Out il servizio di Ferrini 4-6. Fuori la diagonale di Mazzone 6-7. Fuori anche l’attacco di Bulfon 6-9. Bertoli murato da Vaskelis 7-11. Buon muro solitario di Marshall 11-14. Ancora un Ace per Ferrini 11-16. Marshall è fermato da un solido muro a tre 12-19. Ace per Bulfon 14-19. Vaskelis la tira forte, la palla non è difendibile 16-22. Ferrato sbaglia il suo turno al servizio 17-23. Invasione di Iorno 18-24. Muro di Bulfon 21-24. Fuori il muro di Marshal, Lecce prende il primo punto in palio 21-25.

TERZO SET che si apre con il punto di Ferrini 0-1. Marshall trova il mani-fuori 1-1. Fischiata un invasione alla SIECO 1-2. Arienti trova il pallonetto del 5-2. Ancora invasione per la Sieco 5-4. Buon punto per Ferrato 7-4. Invasione, questa volta fischiata a Lecce 11-7. Marshall tiene duro e la sua pipe vale il 12-9. Ferrini batte fuori 16-12. Iorno ammette il tocco 17-16. Ace fortunoso di Tulone che trova la complicità della rete 17-17. Bertoli non riesce a raddrizzare una palla difficile 18-19. La rete decide di aiutare anche la SIECO e ne approfitta Bertoli 20-19. Poi il muro di Marshall 21-19. Buona la parallela trovata da Marshall 22-20. Doppio Marshall la Sieco può riaprire i giochi 24-21. Bulfon sbaglia il servizio 24-22. Ferrini sbaglia dai nove metri e regala il 25-22 ad Ortona.

QUARTO SET. Si parte in equilibrio 2-2. Invasione per Arienti 2-3. Errore di Ferrini al servizio 5-4. Va fuori il muro di Ortona 5-6. Mazzone sfiora a muro l’attacco di Bulfon 7-8. Mani e fuori di Bulfon 9-10. Arienti trova una palla di ritorno e schiaccia il 10-10. Marshall murato 10-12. Muro di Arienti 12-12. Errore del palleggiatore ospite che non si intende con il suo centrale 14-12.

Bulfon attacca un pallone difficile come può, per fortuna il muro spedisce fuori 16-14. Muro solitario di Bertoli 17-14. Pollicino entra per il servizio ma sbaglia 19-17. Marshall rompe il muro 20-17. Va direttamente fuori l’attacco di Vaskelis 22-18. Out il servizio di Pepe 24-20. L’arbitro chiede l’aiuto del VAR, la palla è dentro e la SIECO raddrizza una gara che sembrava perduta e va al tie-break.

QUINTO SET. Bertoli è al servizio ma il primo punto è degli avversari 0-1. Bulfon pareggia 1-1. Ace di Bulfon 3-2. Marshall esibisce un buon muro 4-2. Non tiene il muro di Ortona 4-4. Pepe sbaglia il servizio 6-5. Lecce ricostruisce e passa in vantaggio 6-7. Agrusti ferma la pipe di Marshall e si cambia campo sul 6-8. Tulone serve sulla rete 7-8. Bulfon mantiene vivo il set 8-9. Vaskelis ammette il tocco a muro 9-10. Invasione fischiata a Bulfon 9-11. Il pallonetto di Bulfon si spegne sul muro 9-13. Marshall 10-13. Sempre Marshall 12-13. Bulfon serve lungo 12-14. Marshall 13-14. Ferrini  chiude 13-15.

Coach Nunzio Lanci: «Bene il cambio palla ma male il contrattacco. Dispiace non aver concretizzato la rimonta. C’è di sicuro da migliorare la fase di difesa e contrattacco e soprattutto dobbiamo imparare a sacrificarci. Gli acciacchi non sono un alibi sul quale appellarsi, dobbiamo cambiare il nostro atteggiamento»

Leonardo Ferrato: «C’è da fare i complimenti all’avversario. Questa è una gara che conferma il fatto che questa Serie A3 è di alto livello. Per vincere le gare bisogna andare in campo e dare il massimo e questa sera, questo aspetto è mancato. Ultimamente facciamo fatica in fase di break. Dobbiamo quindi sistemare un po’ di cose ma tempo e presupposti per farlo ci sono tutti».

Sieco Service Impavida Ortona: Vindice (L) n.e., Ceccoli, Bertoli 18, Benedicenti (L) 69% pos 42% perf, Iorno 3, Marshall 24, Di Tullio n.e., Bulfon 22, Arienti 5, Ferrato 4, Pollicino, Palmigiani n.e., E.Lanci n.e. Allenatore: Nunzio Lanci. Vice: LucaDi Pietro.

Aurispa Libellula Lecce: Mazzone 12, Morciano (L) pos 69% perf 31%, Ferrini 21, Tulone 1, Ciardo, Vaskelis 36, Fortes n.e., Giacomini 1, Del Campo, Pepe 3, Giaffreda (L), Agrusti 9. Allenatore: Bua Giuseppe. Vice: Bramato Luca.

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA – AURISPA LIBELLULA LECCE ( 22-25/ 21-25/ 25-22 / 25-20 / 13-15)

Durata Set: 27’ / 28’ / 31’ / 29’ / 22’

Durata Complessiva: 2h 17’

Muri Punto: Ortona 10 / Lecce 11

Aces: Ortona 3 / Lecce 6

Percentuali Attacco: Ortona 46% / Lecce 44%

Percentuali Ricezione: Ortona 31% perf. 54% pos. / Lecce 36% perf 67% pos