Nulla da fare per una Sieco in emergenza. Tre punti a Taranto

151

Altra tegola per Nunzio Lanci che dovrà fare a meno anche di Marinelli che in mattinata ha accusato un piccolo fastidio alla schiena. Al suo posto fa l’esordio da titolare Shavrak, ancora al lavoro per trovare il ritmo partita dopo l’intervento al ginocchio e al CoVid. Proprio come ci si sarebbe potuto aspettare è stata una gara molto difficile per i biancoazzurri che soffrono eccessivamente ad inizio gara. L’osservato speciale Shavrak fa un po’ di fatica a trovare il gioco ma a mano a mano che gli automatismi che aveva perso tornano ad attivarsi diventa vero leader in campo mettendo a segno punti importanti alternando forza e sagacia. Taranto gioca bene … anzi benissimo difendendo ogni palla anche grazie ad un muro che quando non riesce a fermarli, smorza gran parte degli attacchi ortonesi. La carenza di uomini di Nunzio Lanci si fa sentire tutta quando nel terzo set, il coach ortonese è costretto a schierare Simoni opposto per sostituire Carelli vittima anch’egli di un dolore al ginocchio durante l’incontro.

Non arrivano quindi i tre punti sperati ma considerate le assenze, la forma non proprio smagliante di chi era in campo e i segnali positivi lanciati da Shavrak al suo rientro, il bicchiere è da considerarsi mezzo pieno. Mezzo pieno anche perché Taranto ha a disposizione un roster di prim’ordine che di certo darà filo da torcere agli altri top-team durante la fase dei Play-Off.

Un inizio di set disastroso per la Sieco che va subito sotto di quattro punti, a causa anche di una serie di imprecisioni che hanno facilitato il contrattacco degli ospiti. Quando invece gli ortonesi riescono a costruire un azione ci pensa il muro tarantino a bloccare la strada. La Sieco sembra essere rimasta negli spogliatoi ma Taranto gioca un set perfetto aggiudicandosi il primo set senza incontrare la minima resistenza. Nel secondo parziale Taranto scende in campo con la stessa determinazione tanto che sin dai primissimi punti trovano un buon margine di vantaggio. La reazione ortonese, questa volta è più efficace dimostrando un sensibile miglioramento nella fase di copertura. Taranto gestisce il vantaggio e nei momenti più complicati fa affidamento a Padura Diaz. Guizzo degli abruzzesi a metà set che si fanno pericolosi riducendo il gap facendo sentire il loro fiato sul collo dei tarantini. La Prisma si aggiudica alla fine anche il secondo set ma la buona notizia è che la SIECO è cresciuta di intensità a mano a mano che gli ingranaggi del lungodegente Shavrak hanno ripreso a girare al meglio. Nel terzo set la Sieco prova per la prima volta nell’incontro ad essere un punto avanti ma Taranto è lesta a ribaltare il punteggio e a trovare anche il solito margine di tre/quattro punti che gli permette di gestire in tranquillità il gioco.

Nunzio Lanci: «Taranto è stata bravissima. Ha giocato una grande pallavolo. Noi invece abbiamo avuto in settimana qualche acciacco fisico di troppo che non ci hanno permesso di giocare la nostra solita pallavolo. È normale che dopo tante partite ravvicinate tutte molto intense ci sia stato un calo fisico».

Shavrak: «Dopo sei mesi di stop tra intervento al ginocchio e Covid non è andata troppo male. Anche se non sono mai contento fino in fondo delle mie prestazioni. Anche quando gioco bene trovo sempre qualcosa che avrei potuto fare meglio. Erano settimane che mi sentivo pronto a dare il mio contributo e finalmente ci sono riuscito. Stasera abbiamo perso anche se non abbiamo giocato male ma non dobbiamo mai smettere di migliorare noi stessi»

IL FILM DELLA GARA

PRIMO SET.

Nunzio Lanci schiera Pedron in cabina di regia e Carelli opposto. Sette e Shavrak schiacciatori mentre al centro ci sono Fabi e Menicali. Libero Toscani. La Prisma Taranto mette in campo con Coscione palleggiatore, Padura Diaz opposto, Fiore e Gironi schiacciatori, Alletti e Di Martino centrali con Goi libero. Si parte con Fabi al servizio per la Sieco ma il primo punto è per Tarano con Di Martino. Shavrak non trova le mani del muro 0-2. Giorni schiaccia per il 0-3. Out anche l’attacco di Carelli 0-4. Arriva finalmente il primo punto di Ortona e lo mette a segno Shavrak. 1-4

Errore dai nove metri per “Dima” Shavrak 3-7. Lungo scambio che termina con il punto del 4-10. Nunzio Lanci decide quindi di fermare il gioco. Carelli fermato dal muro 4-11. Shavrak trova il punto in pipe 5-12. Il passivo si fa ancora più pesante sul 5-14 Lanci chiama il suo secondo tempo. Sette è murato fuori 6-14. Pedron non trova l’intesa con Fabi ed il pallone scappa via 6-16. Padura Diaz difende di piede e sulla ricostruzione Taranto fa punto 8-17. Shavrak sbaglia il suo turno al servizio 9-20. Sette schiaccia sull’asticella 11-22. Ace di Sette 13-22. Fermato il pallonetto di Shavrak grazie ad un muro ben piazzato 13-24. Ace di Fiore ed il set si conclude 13-25.

SECONDO SET. Al via con l’ex Fiore al servizio. La palla vola alta e Menicali non riesce nel controllo 0-1. L’appoggio di Sette va fuori 1-3. Fuori la Pipe di Shavrak e sul 1-5 Lanci chiama tempo. Invasione per Gironi 2-5. Bello l’attacco di Fabi al centro 3-6. Invasione di Menicali 4-8. Ace per Carelli 6-8. Menicali trova un varco al centro 8-10. Vero e proprio colpo da biliardo per Dima Shavrak che da fermo trova un angolino scoperto 9-12. Ennesima magia di Padura Diaz che mette a terra il punto del 13-15 dopo che un suo compagno aveva recuperato la palla addirittura dall’altra parte della rete. È dentro il muro di Menicali, la Sieco si avvicina 15-16. Proteste dei locali per una doppia non ravvisata dall’arbitro e il punto va agli ospiti 16-18. Pedron serve fuori 17-19. Poco dopo Padura Diaz lo imita 18-19. Il muro di Ortona mette fuori gioco la difesa di Fabi 19-21. La Pipe di Sette trova il mani-fuori del 20-22. Del Fra entrato per il servizio, la tira sulla rete 20-23. Fa fuori di poco il servizio di Shavrak e gli ospiti sono ad un passo dal secondo set 21-24. Il servizio di Fiore si ferma sul nastro 22-24. Ingenuità della Sieco che non crede fino in fondo ad una “free ball” e punto agli avversari che chiudono anche il secondo parziale.

TERZO SET. Felice Sette al servizio ma il primo punto va agli ospiti 0-1. Carelli porta la Sieco per la prima volta in vantaggio in questa gara 2-1. Ancora un colpo da biliardo di Dima Shavrak, questa volta all’incrocio delle linee di fondo 4-2. Carelli schiaccia sull’asticella 4-5. Sette trova il muro implacabile di Alletti 5-6. Ancora proteste ortonesi per una palla spinta non ravvisata dall’arbitro. Punto a Taranto 6-7. Di Martino ferma Sette e sul 7-10 Lanci ferma il gioco. Fuori il servizio di Sette 9-12. Stavolta a tirare fuori dai nove metri è Padura Diaz 12-15. Simoni non riesce ad intercettare l’attacco di Fiore 13-18. Black-Out totale per i ragazzi di Lanci che si perdono d’animo e smettono di giocare. Quando sette riesce a far punto ormai siamo sul 14-21. Sette murato 17-25.

Sieco Service Impavida Pallavolo Ortona 0

Prisma Taranto 3

Parziali: 1h, 15’ (13-25 / 22-25 / 18-25)

Durata Incontro: 20’/ 28’ / 27’

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA: Fabi 3, Simoni 2, Pesare, Rovetto n.e., Pedron, Toscani(L), Del Frà, Cantagalli, Shavrak 16, Carelli 8, Marinelli, Sette 10, Menicali 5. Coach: Nunzio Lanci. Vice: Mariano Costa

PRISMA TARANTO: Fiore 8, Coscione 1, Alletti 5, Cottarelli, Presta, Padura Diaz 13, Gironi 11, Pagano (L), Goi (L), Persoglia, Hoffer, Cominetti, Cascio, Di Martino 9. All.: Di Pinto.

Muri Punto: Ortona 3, Taranto 10

Aces: Ortona 2, Taranto 1

Errori Al Servizio: Ortona 9, Taranto 5

Arbitri: Salvati Serena, Verrascina Antonella