Un mercoledì da leoni. Arrivano i tre punti contro Casarano dopo una gara al cardiopalmo

277

Mercoledì 19 ottobre, ore 20.30. La Sieco incontra nel turno infrasettimanale, valido per la terza giornata di andata del Campionato Nazionale Di Pallavolo Serie A3, la squadra pugliese della Leo Shoes Casarano. Il ruolino di marcia degli avversari odierni comprende una vittoria da tre punti con l’Aurispa Alessano ed una sconfitta con il forte Aversa, al quale i ragazzi di Coach Licchelli sono riusciti a strappare un set. Formazione dunque da non sottovalutare quella casaranese che la Sieco affronta con non poche difficoltà, soprattutto in fase di ricezione e difesa. Di certo non la migliore Impavida, con fase di ricostruzione che fatica a mettersi in moto. Tutto il contrario per i ragazzi della Leo Shoes che sembrano in grado di difendere qualunque tentativo offensivo degli abruzzesi. Una gara fatta di alti e bassi per entrambe le compagini che possono permettersi qualche errore di troppo solo perché l’avversario ne concede altrettanti. Alla fine, l’esperienza dei Ragazzi Impavidi ha avuto la meglio sulla grinta e sulla freschezza di un roster, quello casaranese, decisamente giovane e pieno di talento.

Nel primo set la Sieco illude di poter gestire bene la gara, nonostante un avvio stentato. Poi la situazione sembra cambiare con gli abruzzesi che macinano gioco e gli ospiti che si rivelano troppo fallosi. Il divario nel punteggio tra le due squadre aumenta progressivamente per poi ridursi nella seconda parte del parziale quando gli avversari si scuotono dando vita ad un avvincente punto a punto. Ospiti che volano sulle ali dell’entusiasmo e la Sieco che quasi irriconoscibile, si arrende agli avversai.

Il Secondo set parte con gli ospiti che non ne lasciano cadere una. Da li in avanti sarà il Leitmotiv della gara: La Sieco ci prova e ci riprova ma niente, la palla non cade. Che sia per abilità o per un colpo di fortuna, la palla non tocca mai il campo degli avversari. Uno strepitoso Marshall agguanta il pareggio e da li, gli ortonesi tornano a giocare meglio degli avversari. La concentrazione rimane alta e quando si è a metà del parziale, il tabellone elettronico indica 13-7. Frenano gli ortonesi, forse confortati dall’ampio vantaggio. Ospiti che ringraziano e si avvicinano 19-15. Casarano si compatta e la difesa torna a farsi impenetrabile, Ortona sembra incapacitata a far cadere la palla a terra con i pugliesi attenti e reattivi in fase difesa/ricostruzione. Alla fine, un guizzo permette ad Ortona di pareggiare i conti.

Il terzo set ha visto gli ospiti dominare per gran parte del parziale, con la Sieco colpevole di molti errori dalla linea dei nove metri. Nonostante una grande difficoltà a mettere una palla terra per i ragazzi di coach Lanci, il set si riapre sul finale. Arienti è protagonista di una serie di battute insidiose che finalmente fanno sudare freddo i casaranesi. Il Gap è ricucito e stringendo i denti il set è a tinte bianco-azzurre.

Si assiste quindi ad un quarto set atipico, almeno nelle primissime battute. Le squadre incominciano a giocare punto a punto senza che nessuna delle due riesca a prevalere sull’avversario. A rompere gli indugi, sono gli ospiti che sprintano e vanno avanti 9-14. L’arbitro non vede quattro tocchi dei pugliesi e il video-check non toglie i dubbi alla coppia arbitrale: palla contesa. Da un possibile 10-10 si passa ad un 9-11 per Casarano. La Sieco accusa il colpo e permette agli avversari di prendere il largo.  Quando poi calano gli errori dai nove metri e i servizi di Bulfon e Bertoli si fanno insidiosi e potenti, i ragazzi di Coach Lanci ritrovano il coraggio e la voglia di lottare. Nei momenti topici Ferrato si affida alla classe e all’esperienza di Marshall che chiude i conti e apre le porte ai tre punti.

PRIMO SET. Coach Lanci arruola Leonardo Ferrato palleggiatore e Andrea Bulfon Opposto. Al centro si preparano Tommaso Fabi e Alessandro Arienti mentre la coppia degli schiacciatori è la solita formata da Matteo Bertoli e da Capitan Leonel Marshall. Libero Benedicenti

A tentare il colpaccio per gli ospiti saranno invece Fanizza palleggiatore e Marzolla opposto. Mariani e Peluso sono i centrali mentre schiacciatori di banda Ciupa e Cianciotta. Libero Prosperi.

La prima palla della gara tocca giocarla a Tommaso Fabi per la Sieco ma il primo punto è per gli ospiti grazie ad una buona pipe di Cianciotta. Fuori l’attacco al centro di Fabi 0-2. Marzolla Serve fuori ed è 1-2. Gli ospiti contestano la decisione arbitrale ma il fallo dalla seconda linea è confermato 2-2. Vantaggio dei padroni di casa: Cianciotta attacca fuori. 3-2. Muro di Bulfon 4-2. Fuori la diagonale di Cianciotta 7-4. Out il servizio di Marshall 8-5. Ace di Cianciotta 9-7. Bulfon impatta male e gli ospiti si avvicinano 11-10. Punto addirittura di Benedicenti, la sua ricezione lunga si trasforma in un punto quando la difesa ospite rimane ferma sulle gambe 12-10. L’Ace di Fabi vale il 15-10. Ace di Ciupa 15-12. Troppo stretta la diagonale di Marshall, la palla non passa 16-15. Cianciotta pesta la linea 19-17. Il muro di Bertoli sbatte sull’asticella della rete 20-19. Fa tutto Ciupa, riceve e poi, servito da Fanizza mette a terra il punto del 20-20. Peluso scivola al momento del servizio e la palla finisce in rete 21-20. Ciupa ferma a muro Bulfon e la situazione è capovolta 21-22. Ace di Marzolla 21-23. Marshall fermato a muro 21-24. Marshall di potenza annulla il primo set-point 22-24 ma al secondo tentativo Marzolla chiude.

SECONDO SET. Si riprende con lo stesso Mood del set precedente, Casarano bravissima a difendere e ricostruire e la Sieco rincorre 1-1. Muro di Marshall 2-1. Fabi sbaglia dai nove metri 3-2. Bulfon gioca sulla mani esterne del muro 5-2. Ancora Bulfon che stavolta sceglie la potenza, scardina il muro e fa 8-4. Fabi spara fuori al centro 10-7. Peluso sbaglia il suo turno al servizio 11-7. Bulfon fa prima 12 e poi 13-7 grazie a due giocate di fino. Marzolla sbaglia dai nove metri 14-8. Stavolta è Ciupa a commettere un errore grossolano, il pallonetto è troppo debole e si spegne a metà della rete 15-8. Marshall gioca a carambola con il muro 16-9. Bulfon intanto continua a pizzicare righe 18-12. Ace per Cianciotta 19-14. Lunga la ricezione di Benedicenti e Casarano ne approfitta. Sul 19-15 Lanci chiama tempo. Bertoli murato 20-17. Marshall cerca il muro ma non lo trova 22-20. Il servizio di Bulfon è sulla rete 23-21. Ferrato butta dentro la palla sorprendendo gli avversari 24-21. Marshall attacca forte, la difesa non tiene e la palla schizza fuori. Un set pari.

Terzo Set. La pipe di Marshall è buona 1-0. Ancora carente la ricezione dei padroni di casa, Casarano ricostruisce per il 2-3. Invasione di Fabi 4-5. Marshall stringe la diagonale del 5-6. Ace di Cianciotta, la palla vola in orbita e tocca il soffitto dopo il tentativo di ricezione. Arienti 7-9. Ciupa attacca fuori 8-9. Pollicino entra per servire, ma la mossa è vana, la palla si spegne sulla rete 8-10. Arienti con la complicità del muro che spiazza la copertura di un compagno fa 10-12. Ancora un errore al servizio per Ortona, Ferrato manda in rete la palla dell’11-13. Poco più tardi anche Bertoli lo imita 12-14. Marzolla fa la voce grossa 12-16. Invasione Sieco 16-19. Muro di Bertoli 18-19. Ace sporco per Arienti, la palla schizza via dalle mani del ricettore 19-19. Ancora ace per Arienti 21-19. Invasione aerea fischiata a Fanizza 22-19. Finisce sulla rete l’ennesimo tentativo di Arienti che però, questa volta, dai nove metri ha fatto il suo dovere 22-20. Fuori il servizio di Ciupa 23-20. Finisce fuori il muro di Bulfon 23-22. Stavolta Bulfon sfonda le mani del muro 24-22. Mani e fuori ben orchestrato da Cianciotta e set-point annullato 24-23. Succede l’incredibile in questo finale di Set. Marshall chiude una diagonale stretta, ma gli arbitri non vedono bene e decidono un controllo al video-check. L’elettronica non aiuta e il set chiuso, si riapre con una contesa. L’azione si ripete così come si ripete Marshall, questa volta non ci sono dubbi sul punto e Ortona ribalta un set che sembrava davvero compromesso 2-1.

Quarto Set. Ospiti che prima fanno punto e poi ne regalano uno dai nove metri 1-1. Bella la veloce al centro palleggiata all’indietro da Ferrato e chiusa da Fabi 3-3. Il Muro di Bulfon tocca l’asticella 6-6. Doppio vantaggio per gli ospiti: sul 6-8 Lanci chiama tempo.            Moschese blocca Bulfon ma la palla termina fuori 8-9. Ancora ricostruzione positiva per Casarano 9-12. Bertoli non riesce a gestire una palla difficile 9-14. Ferrato serve troppo lungo 10-15. Ciupa la manda invece sulla rete 13-16. Muro di Marshall 15-17. Gli ospiti schiacciano lungo per due volte e regalano il 17-17 alla Sieco. Il muro di Bertoli vale il sorpasso 18-17. Benedicenti non riesce a tenere una bordata in arrivo 18-18. Errore di Rampazzo dai nove metri 21-20. Marshall mette a terra il 23-22. Ancora Marshall che fa il 24-22. Annullato il primo match point 24-23. Poi ancora l’italo-cubano decide è ora di chiudere i conti 25-23.

Leonel Marshall: «Poteva sembrare una partita semplice ma così non è stato. Gli avversari sono stati molto bravi a metterci pressione nella parte finale di ogni set ma bravi anche noi a reggere questa pressione e portare a casa i tre punti. Arrivare al tie-break sarebbe stata una sorta di sconfitta per noi perché volevamo questi tre punti. È un caso che le palle decisive siano capitate a me questa sera. Siamo tutti in grado di gestire palle che scottano e chiudere quando c’è da chiudere. Ortona è una squadra costruita per stare nei piani alti della classifica ed è quindi naturale che ogni giocatore sia in grado di chiudere una gara quando capita di doverlo fare. La prossima di campionato avremo una sfida molto importante contro la forte Aversa, anche loro costruita per salire in A2. Noi dobbiamo pensare partita dopo partita con tranquillità. Siamo una squadra forte e con forti motivazioni.»

Coach Nunzio Lanci: «Abbiamo sofferto e giocato non benissimo nel primo set. Dovevamo essere più cinici nella parte centrale del primo set così da portarlo a casa ma abbiamo commesso qualche errore di troppo. La partita si è poi innervosita e non siamo riusciti a giocarla al meglio delle nostre possibilità. Vincere fa sempre bene e di certo ci darà maggior fiducia per affrontare una gara importante come quella contro Aversa. Aversa è una squadra molto forte, indicata come una delle favorite al salto di categoria. Per questo dovremo avere la pazienza di prepararla al meglio e poi affrontare la trasferta con concentrazione e risolutezza».

SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA – Leo Shoes Casarano 3-1 (22-25 / 25-21 / 25-23 / 25-23)

Arbitri: Pasciari Luigi e Turtù Marco

Durata Set: 30’ / 28’ / 36’ / 33’

Durata Complessiva: 2h 07’

Sieco Ortona: Fabi 6, Vindice n.e., Bertoli 13, Benedicenti L. pos: 46% perf: 21%, Iorno n.e., Marshall 20, Di Tullio n.e., Bulfon 16, Arienti 7, Ferrato 2, Pollicino, Lanci E. n.e.. Coach: Nunzio Lanci e Di Pietro Luca

Leo Shoes Casarano: Moschese 2, Urso n.e., Peluso 2, Floris, Marzolla 24, Guadagnini, Rampazzo, Ulisse, Ciupa 14, Fanizza 1, Prosperi pos: 46% perf: 36%, Cianciotta 20, Matani 5. Licchelli Fabrizio e Cozzetto Fabio.

Muri Punto: Ortona 9, Casarano 5

Errori Al Servizio: Ortona 14, Casarano 15

Aces: Ortona 3, Casarano 5.

Ricezione: Ortona pos: 40%, perf: 22%. Casarano pos: 43% perf: 27%