Che grinta questa SIECO. Riapre una gara che avrebbe steso chiunque, dopo aver perso in malo modo due set, e si aggiudica un incontro che vale due punti preziosissimi contro un Emma Villas farcito di campioni. Davide sconfigge Golia ancora una volta e lo fa grazie all’apporto di tutti. Sesto entra dalla panchina per alzare il muro e la mossa funziona. Francesco Astarita sostituisce Carelli dai nove metri e quando non fa ace mette in grave difficoltà la ricezione degli ospiti. Continua dunque il sogno della SIECO che conserva la testa della classifica, anche se dopo questa giornata a pari merito con Brescia. Siena brava a non scoraggiarsi dopo il primo set ceduto sul fil di lana ai padroni di casa che trascinati dal proprio pubblico sembravano poter giocare a mille anche contro quella che a detta di tutti è la candidata alla vittoria finale. Dal secondo set però la SIECO ha una flessione nel gioco, merito soprattutto dell’innegabile talento della Emma Villas.  Funziona proprio tutto agli ospiti che sfoderano una prestazione eccezionale in ogni fondamentale, mentre latita in questi due parziali il muro ortonese e la sua mancanza si sente. In sofferenza anche la ricezione sulle bordate che gli avversari tirano dai nove metri. La Sieco fa il bello ed il brutto tempo quindi, in questa sfida con Siena. Un primo set giocato sempre punto su punto con una emozionante altalena fatta di sorpassi e contro sorpassi fino alla conquista del parziale. Un secondo set dove i ragazzi di Nunzio Lanci entrano in campo scordando la testa in panchina e Siena, ringraziando ne approfitta per scavare immediatamente un importante solco di sette punti che inevitabilmente condizionerà l’andamento della frazione. Anche nel terzo set gli ospiti partono bene sfruttando al meglio i fondamentali del servizio e del muro. Non cala proprio il silenzio nel palasport perché i tifosi giunti da Siena festeggiano di giustezza e così si rientra in campo per il terzo set. Cambiano invece gli equilibri, sia in campo che sugli spalti. La Sieco riprende a macinare gioco, il muro si fa più ficcante così come il servizio. Torna a farsi vigoroso il tifo dei DRAGONI mentre si affievolisce quello del “Club Cuori Bianco Blu” di Siena. Gli Impavidi prendono un discreto vantaggio che gli ospiti non riescono mai a colmare completamente, anche se di tanto in tanto si fanno pericolosamente vicini. La SIECO stringe i denti e conquista un meritato tie-break e con esso un punto sicuro. Ortona però non si accontenta sfodera artigli ancor più affilati che nel set precedente e stende i campioni della Emma Villas. Due punti cercati, voluti e soprattutto meritati.  

Un grazie ai ragazzi del Vibe di Ortona per gli spettacoli di Break Dance offerti negli intervalli tra i set.

PRIMO SET. Coach Lanci, ancora orfano di Christoph Marks si affida alla coppia Pedron/Carelli in diagonale e Ottaviani/Bertoli schiacciatori. Al centro giocheranno Capitan Simoni e Menicali, mentre il libero sarà Toscani. Senesi che rispondono schierando campo con Falaschi palleggiatore e Romanò opposto. In banda Milan e Mariano mentre la coppia dei centrali è formata da Gitto e Smiriglia. Libero Marra.

Quando tutto è pronto per cominciare, la palla è tra le mandi di Maruotti per il Siena. Subito un errore per lui e quindi il primo punto è ortonese 1-0. Out l’attacco di Milan e anche il check lo conferma, primo break ortonese 3-1. Out il muro di Menicali, Siena aggancia il pareggio 3-3. Carelli murato, arriva così il primo vantaggio ospite 4-5. L’Ace di Milan vale il 4-6. Errore di Zamagni: il suo servizio finisce in rete 6-7. Out l’attacco di Milan, da posizione complicata, c’è da dirlo 9-9. Il muro ortonese mette fuori tempo l’incolpevole Toscani 10-12. Ottaviani schiaccia una palla di ritorno da una ricezione sporca 12-12. Il muro non tocca la schiacciata di Ottaviani e Siena è sempre avanti 13-14. Ha buon gioco sul muro avversario Bertoli 16-16. Arriva il primo ACE anche per Ortona, un servizio di Pedron che si infrange sul nastro e cade a piombo sul campo senese. Un colpo di fortuna che vale il 18-17. Altro ace, questa volta cristallino, di Pedron 19-17. Nuovo errore al servizio per Emma Villas, Gitto la butta in rete: 20-18. Menicali la tocca piano e mantiene il vantaggio 21-19. Confusa fase ricostruttiva della SIECO e l’equilibrio è ristabilito 21-21. Arriva anche il primo muro per gli impavidi, ci pensa Ottaviani 22-21. Simoni al centro segna il 23-22. Sesto piazza un muro, era entrato proprio per quello: 24-22. Ace per Ottaviani, che finta la bomba e la piazza di fioretto 25-22.

Al via il SECONDO SET con Siena che piazza subito un doppio colpo 0-2. Tre errori in attacco valgono la fuga degli ospiti 0-3. Ace per Gitto 0-4. Siena alza la voce. La pipe di Bertoli è fermata dal muro. Siamo solo all’inizio e già Siena vuole ipotecare il parziale 0-6. Carelli riesce a rosicchiare qualche punto con le sue bordate mancine 7-3. Ancora ace per Milan 3-9. Carelli non fa in tempo a spostarsi e viene centrato da una palla che sarebbe finita out, ma che diventa un ace 4-10. Salta una copertura ed è ancora punto per gli ospiti 4-12. Out l’appoggio di Carelli 6-14. Errore al servizio anche per Simoni 10-18. Bertoli mette a terra una palla di ritorno 13-19. Siena ferma la rimonta con un muro su Ottaviani 15-21. Ancora ficcante il servizio di Gitto 15-23. Arriva anche il 24 punto su un’invasione sfortunata di Ottaviani 15-24.  Siena si aggiudica quindi il secondo set: 1-1.

TERZO SET. Si parte con l’errore di Carelli 0-1. Fermato Bertoli a muro 0-3. Le partenze del Siena sono micidiali. Bertoli cerca e trova il mani-fuori dopo una lunga ed affascinante azione di gioco 1-3.  Errore al servizio per Bertoli 2-6. Nuovo ace, stavolta è Lucconi per Siena 2-7. Ottima l’intesa tra Pedron e Simoni 4-9. Anche la fortuna assiste gli audaci del Siena, una palla schiacciata sul nastro sfiora il braccio di Bertoli e finisce fuori 5-12. Romanò tira forte dai nove metri, impossibile per i locali costruire l’azione 5-14. Fischiato un fallo di rotazione a Siena 10-17. Arriva un muro anche per Ortona, Simoni 13-18. Doppio ace “sporco” per Astarita, il Gap si riduce ma Siena è mantiene un certo margine di sicurezza 16-19. Stavolta l’ace è pulitissimo, ancora Astarita 17-19. Out l’attacco di Romanò 18-20 ma Siena ha dalla sua parte il “break”. Arriva forte il servizio di Romanò, imprendibile 18-22. Ancora ace per Romanò 18-24. Chiude il set Zamagni 19-25

QUARTO SET. Subito cambio palla conquistato da Siena 0-1. Il muro non copre la parallela e Siena va sul 2-2. Astuto il pallonetto di Carelli che inganna il muro a tre senese 5-3. Buona la ricostruzione di Siena, agguantato il pareggio 5-5. Ottaviani pizzica il muro la palla schizza fuori 6-6. Pedron blocca a muro 7-6, poi Siena commette un fallo dalla seconda linea. Doppio vantaggio Ortona 8-6. Il video-check dice che non c’è tocco e il punto rimane ad Ortona 9-6. Bertoli riceve una palla che sarebbe terminata fuori ma poi si fa perdonare schiacciando a terra il punto del 10-7. Menicali ammette il tocco, sportivamente, 13-9. L’arbitro vede un tocco ma il muro di Siena non è convinto e chiede un controllo… alla fine è proprio Siena ad avere ragione 14-11. Botta mancina di Carelli 16-12. Ottaviani ne tira giù una pesante 17-13. La difesa di Ottaviani finisce sul soffitto 17-15. Out il temibile servizio di Yuri Romanò 18-15. Arriva un altro muro, sempre da Pedron 19-15. Stavolta la fortuna aiuta anche Carelli il suo servizio finisce sul nastro e cade a terra. Impossibile per Siena fare alcunché. Menicali aggiusta una palla difficile arrivata sporca 21-16. Carelli la tocca quanto basta per ingannare il muro ospite 23-16. Bertoli stoppa la Pipe dei toscani ora, è la SIECO a giocare per il set 24-16. È Bertoli a regalare il tie-break ai tanti tifosi di Ortona 25-17.

QUINTO SET: Il Tie-Break si apre con Pedron al servizio. Invasione di Siena commessa da Milan 1-0. Intelligente il tocco di Bertoli che in “retromarcia” si serve del muro per mettere a segno il punto del 2-0. Bella botta al centro di Gitto 2-1. Arriva anche un giallo per la panchina ospite rea di aver calciato via la palla con stizza. 3-1. Stavolta la botta al centro la tira Simoni 5-3. Astarita impensierisce la ricezione dei toscani, ci pensa Bertoli a mettere a frutto 6-3. Ancora Astarita impensierisce la ricezione ospite, il palleggio risulta falloso 7-3. Siena rosicchia punti e colma il gap 7-6. Al cambio campo la Sieco è in vantaggio 8-6. Ace di Ottaviani che tira una botta sulla zona di conflitto 9-6. L’attacco di Romanò danza sul nastro e cade fuori 10-7. Bertoli ha buon gioco sul muro di Zanni 11-8. Bel punto in ace di Gitto, sempre temibile 11-10. Out questa volta il servizio di Gitto, 12-10. Incredibile punto di Ottaviani dopo un altrettanto incredibile recupero di Carelli 14-10. Out il servizio di Bertoli 14-11. E l’ultimo punto dell’incontro è di Carelli, il muro di Siena non può che spedire fuori la bordata dell’opposto pugliese e la SIECO si aggiudica il match per 3-2.

Coach Nunzio Lanci: «Nel secondo e terzo set Siena si è comportato da Siena. Noi siamo calati di intensità e loro sono cresciuti riuscendo ad imporsi. Però anche l’Impavida quando fa l’Impavida è in grado di mettere in difficoltà chiunque. Nel quarto set siamo tornati in noi, abbiamo giocato come sappiamo fare. Ecco come siamo riusciti a ricucire lo strappo e a mettere in cassaforte questi due punti che ci consentono di continuare il sogno e di rimanere in vetta. Complimenti ai ragazzi. La squadra sta acquistando sempre più consapevolezza nei propri mezzi.»

Ecco Francesco Astarita, che entrando per il servizio ha dato una grossa mano ai suoi compagni. «Contentissimo della vittoria arrivata contro una squadra che è costruita per fare il salto di categoria. Non era una gara facile già di suo, in più in settimana abbiamo avuto qualche acciacco fisico che ci ha condizionati negli allenamenti. È stata quindi una vittoria di gruppo. Si è instaurato un bellissimo rapporto tra di noi sia in campo che fuori. Sono a disposizione del Mister, felice di aver dato il mio contributo in campo, anche per i tanti tifosi che ci seguono.»  

Domenica prossima altra gara impegnativa per i nostri, che in trasferta affronteranno l’ennesima “grande”. La BCC Castellana Grotte alle ore 18.00 di domenica 1 dicembre.

Sieco Service Impavida Ortona – Emma Villas Aubay Siena 3-2 (25-22 / 16-25 / 19-25 / 25-17 / 15-11)

Sieco Service Impavida Ortona: Simoni 9, Pesare (L), Bertoli 14, Sesto 1, Ottaviani 13, Pedron 5, Toscani (L), Del Frà n.e, Salsi n.e, Carelli 16, Marks n.e., Astarita 1, Menicali 6. Allenatore: Nunzio Lanci. Vice Allenatore: Mariano Costa.

Emma Villas Aubay Siena: Zamagni 9, Marra (L), Cappelletti, Falaschi 3, Lucconi n.e., Gitto 11, Zanni, Smiriglia, Volpi (L) n.e., Mariano 2, Milan 18, Maruotti 18, Romanò 23. Allenatore: Gianluca Preziosi. Vice Allenatore: Omar Pelillo

Durata Incontro: 2h 07’

  • I Set: 27’
  • II Set: 25’
  • III Set: 30’
  • IV Set: 26’
  • V Set: 19’

Muri Punto:

  • Ortona: 6
  • Siena: 8

Aces:

  • Ortona: 6
  • Siena: 8

Errori Al Servizio:

  • Ortona: 7
  • Siena: 19

Arbitri Dell’Incontro: 

  • Primo: Turtù Marco (AP)
  • Secondo: Somansino Alessandro (TE)

I Risultati Delle Altre Gare:

Synergy Mondovì – Conad Reggio Emilia (Rinviata per Allerta Meteo)

Olimpia Bergamo – BCC Castellana Grotte 3-1

Maderdominivolley.it Castellana Grotte – Sarca Italia Chef Centrale Brescia 1-3

Pool Libertas Cantù – Peimar Calci 2-3

Kemas Lampiel Santa Croce – Geovertical Geosat Lagonegro 3-0

Classifica: Ortona e Brescia 16, Santa Croce e Siena 12, Calci 10*, BCC Castellana Grotte 9, Bergamo 8, Reggio Emilia 7*, Lagonegro 5, Materdomini Castellana Grotte 4, Cantù 2, Mondovì 1.

* Una Gara in Meno

Nessun evento trovato!