La Sieco a Mondovì per la penultima, importantissima, gara di campionato

132

Era l’ormai lontano 2004 quando un giovane cantautore abruzzese (di Vasto), Luca Dirisio, dava il via alla sua carriera musicale spopolando sulle radio italiche con il suo tormentone “Calma e Sangue Freddo”. A distanza di anni, altri “abruzzesi” (questa volta di Ortona) adottano il famoso mantra per concludere una stagione affatto avara di emozioni.

A due giornate dal termine e con i giochi per la salvezza completamente aperti, calma e sangue freddo è proprio quello di cui hanno bisogno Coach Nunzio Lanci & Co.

La vittoria, strepitosa contro i vice-capolista di Santa Croce, con la contemporanea sconfitta delle dirette rivali Porto Viro (contro Castellana Grotte) e Cantù (contro Reggio Emilia) hanno aumentato la possibilità per la Sieco di centrare quantomeno i Play-Out, evitando la retrocessione diretta.

«È vero, avremmo potuto ottenere i tre punti domenica scorsa contro Santa Croce», ammette Coach Nunzio Lanci, «Ma ne avremmo potuti prendere anche uno soltanto e chissà anche nessuno. Siamo usciti vincitori al tie-break, che è stata un’impresa alla quale forse credevamo soltanto i ragazzi ed io. Siamo stati bravi e i due punti conquistati sono preziosissimi quindi nessun rimpianto. Quella di domenica prossima sarà la gara decisiva. A bocce ferme, domenica sera, la situazione sarà più definita. Da parte nostra posso dire che ci stiamo allenando con la stessa intensità di sempre. Non dobbiamo guardare alla classifica dei nostri avversari. Tutto dipende da noi, quindi massima concentrazione e grandissimo rispetto per gli avversari. Abbassare la guardia adesso sarebbe un suicidio».

Il fatto che i prossimi avversari (domenica, 27 marzo, ore 18.00) della Synergy Mondovì siano già matematicamente retrocessi non trasformerà di certo la trasferta in una gita di piacere. I Piemontesi saranno pronti ad onorare il campionato e i Ragazzi Impavidi sono consapevoli che se vorranno portare a casa punti più che preziosi, dovranno sudare le proverbiali sette camicie.

Inutile nascondersi dietro ad un dito. L’obiettivo per domenica sono i tre punti. Se la Sieco dovesse centrare la vittoria da tre punti e se contemporaneamente Porto Viro dovesse cedere l’intera posta agli avversari del Cuneo, allora gli impavidi sarebbero matematicamente certi di poter disputare almeno i Play-Out salvezza. Le forze e le motivazioni in gioco sono comunque molto sfaccettate. In queste due ultime giornate le squadre di testa e quelle di coda si incroceranno per definire il piazzamento nei play-off, da una parte, e la permanenza in Serie A2 dall’altra. Nessuno vorrà cedere di un passo e questo regala un degno finale ad un campionato che è stato ricco di sorprese e di grandissimo equilibrio. Appuntamento quindi per domenica 27 marzo, ore 18.00 quando a Mondovì comincerà una sfida vitale diretta dai signori Cavicchi Simone (La Spezia) e Santoro Angelo (Varese). La gara sarà trasmessa in streaming sul sito www.impavidapallavolo.it

Per avere il più classico degli Happy Ending, tuttavia, ci vorrà ancora una buona dose di calma e sangue freddo.

Queste le altre gare in programma per la penultima giornata di campionato, stagione regolare

Gruppo Consoli McDonald’s Brescia – Agnelli Tipiesse Bergamo

Delta Group Porto Viro – BAM Acqua S.Bernardo Cuneo

Conad Reggio Emilia – Kemas Lamipel Santa Croce

Emma Villas Aubay Siena – Pool Libertas Cantù

Cave Del Sole Lagonegro – HRK Diana Group Motta