La SIECO non riprende la marcia. Sconfitta contro la prima della classe.

512
0
Condividi:

Ancora una serata da dimenticare per la SIECO che non riesce a tenere testa alla prima della classe. Non brillano gli ortonesi che peccano in entusiasmo e grinta. Caratteristiche che invece non sono mancate ad un Piacenza che ha dovuto rinunciare, causa infortunio, alla sua punta di diamante Fei. Come se non bastasse tutte le altre le pretendenti ai Play-Off vinto ed ora la SIECO è scivolata al quarto posto e conserva solo un punto di vantaggio da Cantù, quinta.

Che non fosse serata si era intuito dalle primissime battute dell’incontro quando la SIECO va sotto 2-8 per poi cedere di schianto 13-25. Illudono i ragazzi di Nunzio Lanci in un secondo set vinto senza neanche soffrire troppo. Tutti si aspettano quindi un terzo set ad alti livelli e invece la SIECO che torna in campo è evanescente. Soffre in ricezione ed è distratta in fase di copertura. Manca mordente e gli ospiti non possono che aumentare il loro vantaggio fino a vincere il parziale. Non si ripete la scossa che in precedenza aveva portato al pareggio e anche l’ultimo set si incanala subito su un binario morto per gli ortonesi. Si ripete il copione di primo e terzo set e Piacenza esce da Ortona con il pieno di punti nel serbatoio.

Ma in una serata così buia c’è almeno qualcosa che brilla: Giulia ha detto Si. Ha detto si alla proposta di matrimonio da parte del centralone Michele Simoni che è arrivata a sorpresa proprio qualche minuto prima dell’inizio della gara. Le luci si spengono e sulle maglie dei giocatori ortonesi si compone la scritta: “Mi vuoi Sposare?” e Giulia ha risposto … si! Tanti auguri a Giulia e Michele per una lunga vita insieme. Che possa essere costellata di serenità e successi.

PRIMO SET. Nunzio Lanci dovrà fare ancora a meno del centrale titolare Simoni mentre Dolfo, non ancora al 100% partirà dalla panchina. Il sestetto ortonese sarà dunque formato da un recuperato Andrea Lanci e Marks opposto, Ogurčák e Sorrenti schiacciatori, Menicali e Berardi al centro. I primi della classe rispondono con Paris in regia e Tondo opposto, Yiudin e Klobucar schiacciatori, Canella al centro con Copelli e Fanulli in seconda linea.

Prima palla dell’incontro tra le mani di Klobucar ma il primo punto lo mette a segno Marks. 1-0. Esce la parallela di Sorrenti, gli ospiti sono avanti di due punti 1-3. Subito in difficoltà gli adriatici che non riescono a ricostruire con efficacia anche per una ricezione che non è partita proprio nel migliore dei modi: 2-6. Ancora Tondo al servizio e Piacenza prende il largo 2-8. Ogurčák ha buon gioco sul muro 7-13. Ace di Sitti entrato nel solito doppio cambio 10-15. Il muro di Menicali tiene gli impavidi sulla scia 11-16. Torna a prendere un buon margine la Capolista che sta sfruttando una ricezione molto incerta dei padroni di casa 11-19. Out l’attacco di Ogurčák, il divario è ora di dieci punti 11-21. Murato anche Menicali 11-22. Invasione fischiata a Copelli 13-23, poi l’errore al servizio e la schiacciata sulla rete di De Waard, concludono un set nel quale la SIECO non è in pratica scesa in campo. 13-25

SECONDO SET che parte con gli stessi effettivi del primo set, tranne che per Dolfo che si schiera al posto di Sorrenti, la SIECO parte bene 4-0. Astuto il pallonetto di Marks, l’Impavida è avanti 5-0 e Mister Botti corre ai ripari. Marks cerca le mani del muro ma non le trova, palla Out, 6-2. Marks tira la bomba dalla seconda linea 8-2. Dolfo non è preciso al servizio 9-4. Ace di Canella 9-5. Non riesce Ogurčák tutto solo non riesce a fermare l’attacco piacentino 11-8. Errore di Fiscon al servizio 13-10. Marks piazza un muro fondamentale 14-10. Bomba al centro di Menicali 15-11. Out il servizio di Menicali 16-13. Sbaglia la ricezione Toscani, Piacenza si fa pericolosamente vicina e Nunzio Lanci chiama tempo 16-14. Ogurčák passa in mezzo al muro a due 18-15. Il palleggiatore ospite è seconda linea non può tentare il muro, l’arbitro fischia fallo 19-15. Dolfo chiude bene la diagonale 21-16. Sulla rete il servizio di Marks 22-18. Invasione fischiata al muro ospite 23-18. Out il servizio di Piacenza, la SIECO ha la possibilità di chiudere il set e pareggiare i conti. Menicali è al servizio. Annullato il primo set-point. Klobucar sbaglia anche il suo turno in battuta ed è 1-1: 25-20

TERZO SET che non presenta variazioni in campo. Questa volta sono i padroni di casa a partire forte, dopo aver registrato la difesa: 1-4. Marks la spara fuori 1-6. Sieco in difficoltà gli ospiti dilagano 1-7. Anche Menicali al centro non riesce a metterla in campo 3-12. Dolfo gioca sul muro 4-12, poi fa ace 5-12. Tondo impatta sul muro di Ogurčák 8-15. Paris sorprende Toscani e fa ace 8-17. Invasione fischiata a Marks, la forbice aumenta 9-19. Arriva l’ace di Ogurčák 11-19. Micidiale Klobucar con la sua diagonale 12-21, poi Tondo fa ace 12-22. Il pallonetto di Dolfo è stato intuito alla perfezione dal muro ospite 13-24. Ace per Dolfo 15-24 ma il set è chiuso dalla pipe di Yudin.

QUARTO SET che parte con l’invasione a rete per Marks 0-1. Out l’attacco di Yudin ma il muro tocca 1-3. Free Ball per la SIECO e Marks non spreca 3-5. Dolfo non riesce a difendere e gli ospiti sono già avanti 3-7. Ha gioco facile Piacenza contro una SIECO confusa ed imprecisa 3-9. Ennesimo ace per gli ospiti 3-10. Invasione fischiata ai piacentini 6-11. Fuori il servizio di Ogurčák 7-13. Invasione di Tondo 8-14. Invasione di Yudin 10-15. Doppio ace per Dolfo 13-16. Non riesce la copertura alla SIECO e la rincorsa viene frenata a muro 13-17. Marks tiene a galla i bianco-azzurri 15-18. Ogurčák fermato a muro 15-20. Marks non tiene a muro e poi un pallonetto degli ospiti fa segnare il 17-24. Ace di Marks 19-24 che poi però sbaglia l’ultima palla e la gara termina 1-3.
Nunzio Lanci: «Purtroppo sono due gare di seguito nelle quali non riusciamo ad esprimerci. Non siamo stati all’altezza della situazione contro una squadra che anche nel momento di difficoltà del secondo set non si è persa d’animo ed ha tentato con tutte le sue forze di recuperare uno svantaggio che si stava facendo pesante. Da un po’ di tempo ci manca la grinta giusta sia in campo che in allenamento. Ora il divario con le altre avversarie è annullato. Ogni gara sarà uno scontro diretto. È fondamentale tornare ad avere la giusta concentrazione sulla gara, sul nostro lavoro, senza farci distrarre da null’altro».

Tondo: «sono molto contento di questa gara anche se non siamo stati proprio “belli” da vedere. Dopo un secondo set difficile siamo riusciti a venirne fuori grazie ad un grande lavoro di squadra. Siamo contenti per aver aumentato il distacco da Bergamo ma non per questo dobbiamo rilassarci. Dobbiamo continuare a tenere la testa bassa e lavorare»

Botti: «Era una gara tra la prima e la terza, ci aspettavamo una gara molto combattuta. Si è messa subito sui binari giusti, fatta eccezione per un passaggio a vuoto. Gli avversari stanno lottando per il quarto posto ed avranno bisogno che tutti gli effettivi siano al meglio della forma. Abbiamo mantenuto il primo posto anzi, allungato il divario. Essendo tuttavia un campionato a due gironi e quindi avere questo margine di vantaggio ci permette di pianificare meglio il lavoro da qui all’inizio dei Play-Off»

Sieco Service Impavida Ortona: De Waard 1, Simoni n.e., Pesare (L), Berardi 1, Dolfo 12, Toscani (L), Sitti 1, Sorrenti, Lanci A., Marks 19, Fiscon, Ogurčák 12, Menicali 4. Allenatore: Lanci N.

Gas Sales Piacenza: Copelli 8, Ingrosso n.e., Fei n.e., Ceccato n.e., Canella 9, Yudin 16, Mercorio 1, Klobucar 11, De Blasi n.e., Paris 3, Cereda (L), Beltrami, Tondo 18, Fanulli (L). Allenatore: Botti

Durata Set: I (20’), II (24’), III (21’), IV (24’).
Durata Totale: 1h, 28’
Aces: Ortona 7, Piacenza 4
Errori Al Servizio: Ortona 15, Piacenza 15
Muri Punto: Ortona 5, Piacenza 9
Arbitri dell’Incontro: Autuori Enrico (Sa) e Mattei Lorenzo (Mc)
Classifica: Piacenza 55, Bergamo 48, Castellana Grotte 40, ORTONA 39, Cantu 38, Gioia Del Colle 38, Catania 33, Club Italia 29, Prata 23, Cuneo 22, Taviano 20, Cisano Bergamasco 13, Tuscania 10.

Condividi:
Stampa Articolo