A poco più di 2 mesi  dall’inizio della stagione sportiva 2014/2015 tracciamo uno stato di fatto sui vari gruppi della Volley Junior.

Partiamo dalla prima squadra, con la società del Presidente Andrea Lanci che si trova per la prima volta  ad affrontare un campionato regionale, affidando la squadra all’allenatore Bruni e puntando su un mix di giovani e meno giovani con il chiaro obiettivo di far crescere tutte le atlete per stabilizzarsi in un torneo regionale. Dopo 3 gare con Francavilla, Montesilvano e Guardiagrele, la Volley Junior può vantare 3 vittorie e nessun set perso, a riscontro del gran lavoro che le ragazze e lo staff tecnico e dirigenziale hanno fatto a partire da questa estate. Sicuramente il cammino è molto lungo e difficoltoso ma, inutile dirlo, chi ben comincia è a metà dell’opera.    

 La 1a divisione ha cominciato sabato 1° novembre a Cupello, la prima giornata di campionato, disputata interamente in un concentramento con le 12 squadre che compongono il campionato nell’ Opening Day voluto dal comitato provinciale. Il gruppo della Prima divisione, formato da ragazze giovanissime 99-200-2001 e due ragazze 96 e allenate dal duo Bruni-Schiavone, hanno perso 3 a 0 con Volley Crecchio seppur battagliando palla su palla. Il campionato di 1a divisione ha, tra i suoi obiettivi, quello di far giocare il più possibile le atlete che, altrimenti, si ritroverebbero a giocare solo nei campionati giovanili. Pur consapevoli delle difficoltà del campionato la Società comincia a ricevere ottime soddisfazioni e grandi segnali di crescita da questo gruppo e anche in questo caso le ragazze più esperte cominciano a rivestire il duplice ruolo di atlete ed esempio per le più giovani.

La 3a divisione di coach Musarò prosegue il suo cammino di amalgama, il gruppo piuttosto eterogeneo  per la provenienza delle atlete, sta cominciando a conoscersi ed a giocare assieme. Il piglio di coach Musarò comincia a farsi sentire sulle sue ragazze che hanno cominciato quasi non conoscendosi e che, a distanza di due mesi, iniziano ad unirsi e a  divertirsi. Il campionato di 3a divisione comincerà nel  nuovo anno, nel frattempo allenamenti ed amichevoli preparatorie continuano serrati per le atlete.

Nei campionati giovanili agonistici si lavora con grande sinergia tra i tecnici con la direzione tecnica di coach Bruni e il gran lavoro di mister Schiavone, le  ragazze spesso si trovano ad allenarsi in gruppi diversi ed il lavoro dei due tecnici è quello di trovare in breve tempo intese e meccanismi vincenti.

L’U16 guidata da coach Schiavone esordisce con due vittorie 3-0 contro Pallavolo Teatina e 3-1 con Sambuceto (società di grande tradizioni e esperienza). Le ragazze cominciano a trovare una buona intesa in vista degli incontri più ostici previsti a breve.

L’U14 proseguendo il cammino intrapreso con il “Progetto Volley Junior” iniziato con il torneo internazionale Easter Volley, continua la sua preparazione in vista del primo incontro del 23 novembre. Il gruppo lavora costantemente per il miglioramento e la formazione di queste giovanissime e promettenti ragazze che possono contare anche sull’apporto nello staff tecnico dell’allenatrice e capitano della prima squadra Serena Bovani.

L’U13 allenata da Stefano Schiavone, procede la sua preparazione e si presenta come un gruppo molto unito e con un grande potenziale fisico, tale unione e l’ottimo lavoro tecnico quotidiano permetterà una grande crescita individuale e di squadra e  sarà certamente l’arma vincente per il campionato.

I gruppi delle ragazze U12, allenate da Pasqualino Reati, sono arrivate a contare circa 30 atlete, sintomo del buon lavoro di reclutamento di tutta la Società. Le più grandi di queste atlete disputeranno il campionato provinciale U12, per le più giovani sono ancora aperte le porte del minivolley di secondo livello.

Chiude per ultimo, non certo per importanza, il settore dei più piccoli, il Minivolley congiunto con la “sorella maggiore” Impavida ha raggiunto 110 iscritti ed è guidato splendidamente dalla Prof.ssa Serena Bovani con cui collaborano giocatori/trici delle prime squadre (Matteo Guidone, Federica Cannavina e Sara Piermatteo). Anche qui un successo che ha costretto la società a ritagliare spazi di allenamento sempre più difficili da reperire cercando di accontentare il maggior numero di bambini possibile.

I segnali vanno tutti in un’unica direzione di grande crescita.

Alla Società, agli allenatori e alle atlete un in bocca al lupo e l’augurio che il prosieguo sia altrettanto soddisfacente che il principio.