La SIECO si presenta alla città e ai suoi tifosi

    294

    Sono stati tanti i tifosi e le autorità civili e sportive che oggi hanno voluto salutare la nuova stagione sportiva della Grande Famiglia Impavida nell’evento tenutosi presso il Palasport di Ortona. Un’occasione per tifosi e cittadinanza di conoscere soprattutto i ragazzi della Sieco Service di Serie A2 che mai come quest’anno vede nel roster così tanti volti nuovi.

    Ma la A2 è solo la punta dell’iceberg di una serata che ha visto protagoniste anche la squadra della Volley Junior femminile, che prenderà parte al prossimo campionato di Serie C e i ragazzi del settore giovanile che parteciperà, come le colleghe, al massimo campionato regionale di Serie C.

    Nutrita la presenza delle autorità civili e sportive. A partire dal Sindaco della Città di Ortona Leo Castiglione, accompagnato dagli assessori Massimo Petaccia (Sport e Politiche Giovanili, Attività Produttive e lavoro, Protezione Civile), Cristiana Canosa (Promozione turistica ed Eventi, Lavori Pubblici e Decoro Urbano). Tra i vertici sportivi della Regione Abruzzo hanno invece risposto “presente” Fabio Di Camillo (presidente FIPAV Abruzzo) e Mattia Di Gregorio (Presidente Abruzzo Sud-Est Comitato Territoriale FIPAV).

    Mattatore della serata il responsabile marketing della Sieco Impavida Mauro Vanni, che dopo aver salutato gli ospiti del parterre ha presentato per primi i ragazzi della Serie C formata da atleti che insieme disputano anche campionati di categoria Under 17, e Under 19. È la volta poi delle ragazze della Volley Junior che disputerà le sue gare interne il sabato pomeriggio.

    L’evento entra nel Clou quando a prendere il microfono è la dirigenza. Il primo a parlare alla platea è il Presidente Tommaso Lanci «Abbiamo vissuto un periodo molto incerto la scorsa estate. Se siamo qui oggi è anche grazie agli imprenditori locali che sono scesi in campo per dare una mano alla nostra impavida. E se questo è successo è anche grazie all’impegno delle autorità. Tengo a precisare, che se le cose fossero andate diversamente l’Impavida non sarebbe scomparsa, ma sarebbe stata ridimensionata. Molti imprenditori locali hanno sentito la necessità di non vanificare tutto quello che è stato fatto negli ultimi dieci anni. Abbiamo avuto la fortuna di incontrare persone nuove che sono diventate parte integrante della famiglia come Rocco Tenaglia. Rocco è entrato nella società in punta di piedi e senza gradi aspettative. Si è rivelato invece molto importante per noi. Gli è stata offerta la carica di vice-presidente della società ma non ci siamo affatto dimenticati del precedente vice presidente. Saluto con affetto Angelo Matricardi, che per questioni personali non può essere con noi. Voglio ringraziare Angelo di tutto il tempo e di tutto l’impegno che ci ha dedicato. Buon campionato a tutti»

    Il vicepresidente Rocco Tenaglia: «Sono molto grato al presidente per le sue parole nei miei confronti. Dobbiamo continuare a lavorare così da programmare al meglio il futuro. L’Impavida però, non è solo questione di Ortona, l’Impavida è un patrimonio dell’intero Abruzzo. Proprio per questo chi ha portato l’Impavida così in alto deve essere aiutato».

    Arriva quindi il momento dei rappresentanti dell’amministrazione comunale. Il Sindaco Leo Castiglione: «Trovarsi qui anche quest’anno è più emozionante del solito perché sappiamo tutti le difficoltà che la pandemia ha causato. Il presidente ha spiegato a grandi linee la situazione che la società stava passando e l’amministrazione comunale ha fatto il possibile per aiutare la pallavolo di Ortona. Noi ortonesi non riusciamo proprio a stancarci della pallavolo e mai lo faremo. Bisogna anzi dare una spinta a questa squadra. Bisogna seguirla ed incitarla ad ogni partita. Siamo grati alla Sieco e a tutti gli sponsor che ci hanno permesso anche quest’anno di poter tornare a divertirci la domenica al palasport.

    Assessore Petaccia: Capisco in pieno la passione per la pallavolo perché l’ho disputata anche io sebbene a livelli amatoriali. Spero davvero che l’augurio del sindaco, che faccio anche mio, si avveri ossia di vedere tanta gente tornare a riempire i palazzetti per urlare e tifare la squadra della nostra città.

    Mauro Vanni torna quindi a dare la parola alla dirigenza della Sieco Service Impavida Ortona e nello specifico al Direttore Generale Andrea Lanci: «Questo è un anno di rinascita che sancisce la fine di un ciclo importante. Non appena ne abbiamo avuto la possibilità, siamo ripartiti dando vita ad una squadra che reputo forte. Adesso sta a loro dimostrare in campo tutto il loro valore e a loro va anche il mio personale “in bocca al lupo” per questa stagione».

    Il Direttore Sportivo Massimo D’Onofrio: «Sono 10 anni che siamo in A2 e in questi anni ci siamo anche tolti delle belle soddisfazioni. Ultimamente abbiamo sofferto situazioni difficili, dalla pandemia fino a tanti infortuni. Quest’anno speriamo davvero di fare un bel campionato. Abbiamo realizzato la squadra migliore possibile e adesso si tratta solo di conoscersi e allenarsi bene».

    È la volta poi dei rappresentanti Fipav.

    Fabio di Camillo: «Colgo l’occasione per unirmi alle speranze che finalmente si possa tornare alla normalità. Vedo già i dragoni sugli spalti e spero che possa arrivare sempre più gente. Come diceva prima il vice-presidente Tenaglia, l’Impavida non poteva sparire dal panorama nazionale».

    Mattia di Gregorio: «Ringrazio per l’invito. Per me è un onore partecipare a questi eventi così importante. La Sieco è al decimo anno di Serie A e questo risultato è frutto della sinergia di tante imprese sul territorio.

    È finalmente ora che Mauro Vanni inviti i giocatori della Serie A ad alzarsi e salutare un pubblico che risponde caloroso con scrosci di applausi.

    A parlare per la squadra è Coach Nunzio Lanci che ha presentato tutti il suo Staff dice: «È un piacere ritrovarsi qui tutti gli anni. Abbiamo cercato di costruire come sempre la miglior squadra possibile. Il nostro obiettivo è quello di giocare la migliore pallavolo possibile. Quest’anno sarà un po’ più difficile perché il nostro sistema di squadra è completamente nuovo. Sappiamo di dover fare sacrifici e i ragazzi sono pronti a farli. Sono sicuro che raggiungeremo il nostro obiettivo principale che è quello di mantenere la categoria, ma finiremo anche per toglierci molte soddisfazioni. Dobbiamo essere umili e costruire qualcosa insieme. Domenica prossima saremo a Brescia a fare la nostra partita contro una squadra che ha migliorato il suo roster durante l’estate. Non dobbiamo aver paura di nessuno e cercare vincere le sfide soprattutto contro noi stessi e i limiti che ci poniamo. Per il primo anno dopo tanti anni abbiamo cambiato qualcosa nel nostro settore giovanile e nel nostro minivolley. Vorrei quindi ringraziare Serena Bovani che dopo un’esperienza di forse 15 o 20 anni ha deciso di cedere il posto.

    A rappresentanza dei compagni di squadra c’è il capitano Alberto Elia: «Posso dire che l’accoglienza ricevuta da noi giocatori è stata splendida, sia da parte della società che da parte della cittadinanza. Colgo l’occasione per salutare i nostri tifosi, i Dragoni e con essi anche tutta la città di Ortona e l’Abruzzo che rappresentiamo. Siamo consapevoli che Ortona ha costruito la storia della pallavolo in Abruzzo, e per questo vogliamo lottare ogni partita per la maglia e per quello che essa significa.